Contenuto sponsorizzato

Un unico quotidiano in Trentino? La comunità non può restare indifferente

Leggo il Sudtiroler Tageszeitung e il fatto che Trentino e Alto Adige finirebbero ad un gruppo di lingua tedesca. E così potrebbe accadere anche all'Adige, si vocifera con il concorso generoso delle finanze collettive trentine. E' il mercato, d'accordo. Sarebbe una pagina poco esaltante per la Comunità Autonoma del Trentino
DAL BLOG
Di Lorenzo Dellai - 11 ottobre 2016

Eletto presidente della Provincia di Trento per la prima volta nel 1999 resta in carica fino al 2012 quando si dimette per entrare poi alla camera dei deputati con la lista Scelta Civica nel 2013. Oggi è alla guida di Democrazia Solidale

Leggo il Sudtiroler Tageszeitung e non posso non pormi qualche interrogativo. Pur nella consapevolezza che viviamo nel mondo globale e nulla è più come prima, è ragionevole pensare che la comunità trentina assista senza battere un colpo ad una mutazione così forte negli assetti proprietari dei due giornali locali? Che il piano industriale di cui si scrive preveda o meno (subito o entro un qualche tempo) un unico quotidiano, resta comunque il fatto che il partner editoriale di controllo del Trentino e dell'Alto Adige pare diventi un gruppo di lingua tedesca di Bolzano.

 

E così si dice anche a proposito dell'Adige. In questo caso, si vocifera, addirittura con il concorso generoso delle finanze collettive trentine, attraverso la Fondazione Caritro.  Non so se queste notizie siano vere, in toto o in parte. Se lo fossero, non credo che si potrebbe parlare di una pagina esaltante per la Comunità Autonoma del Trentino, per le sue istituzioni e anche per le sue forze economiche e finanziarie.

 

Certo, si potrebbe dire: è il mercato, bellezza. Ma, anche tralasciando la delicata funzione dell'informazione intesa come bene di interesse collettivo, si pone appunto - e non solo in questo caso - una questione tutt'altro che marginale: perché non riusciamo a fare sistema, non per sfuggire, ma per interpretare con un certo protagonismo le dinamiche del mercato?  Nessuno può esimersi da un serio esame di coscienza. Ma ne siamo consapevoli?

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 12:15

La Uil invita quindi il vescovo Lauro Tisi a valutare la possibile di cedere quel patrimonio che la curia non intende più utilizzare. Alotti: "Sarebbe un'ottima scelta dal punto di vista ambientale e sociale. Una soluzione per interrompere il consumo di suolo, incentivare i lavori di edilizia pubblica, le ristrutturazioni, e aumentare in modo rilevante l’offerta di alloggi"

23 settembre - 06:01

A Castello Tesino, venerdì sera, i tre sindaci della zona hanno organizzato una conferenza (molto partecipata a dimostrazione del fatto che la gente vuole essere informata) sul lupo ma non hanno avuto il supporto di nessun tecnico o assessore provinciale e, inconsapevolmente, hanno riportato anche alcune cose assurde (come che nella zona gli esemplari sarebbero ibridi, falsità totale) e alla fine la figura migliore l'ha fatta l'ex assessore Dallapiccola, presente in sala, che almeno ha portato la sua esperienza

23 settembre - 10:49

E' successo questa mattina attorno alle 9. Sul posto gli agenti della polizia delle Giudicarie, la Croce Rossa e i vigili del fuoco

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato