Contenuto sponsorizzato

A Levico petizione sul "porta a porta" ignorata. Ho fatto interrogazione al ministero dell'Interno

Firmata da 478 cittadini e depositata da Maurizio Dal Bianco il 23 dicembre 2016, la petizione per introdurre la raccolta dei rifiuti porta a porta, non è mai approdata sui banchi del consiglio comunale. Adesso chiederemo risposte al ministero dell'Interno
DAL BLOG
Di Riccardo Fraccaro - 05 luglio 2017

E' segretario alla Presidenza della Camera dei deputati, eletto in Trentino Alto Adige nel 2013 con il Movimento 5 Stelle

Il Comune di Levico Terme a distanza di oltre sei mesi deve ancora dare risposta ai 478 cittadini che con la petizione “Fare di meglio senza costi aggiuntivi in bolletta” chiedono di introdurre il sistema porta a porta per migliorare la raccolta dei rifiuti. Depositata dal consigliere Maurizio Dal Bianco il 23 dicembre 2016, la petizione non solo non è mai approdata sui banchi del consiglio comunale per la trattazione, ma non risulta nemmeno che sia iniziato il controllo delle firme, la verifica dell’ammissibilità, la pubblicazione sul sito web del Comune, ovvero tutte quelle pratiche che confermerebbero la presa in carico della petizione. 

 

E' per questo che ho presentato un’interrogazione (4/17135) al Ministro dell’Interno per fare luce sull’accaduto ed evitare che i cittadini di Levico siano privati di un loro diritto. Oltre alla grave mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini firmatari ci pare che l’amministrazione comunale finga di ignorare quanto stabilito in materia dallo Statuto stesso del Comune di Levico: ogni residente può inviare istanze, petizioni e proposte su temi di competenza del Comune, che di contro è tenuto a dare una risposta.

 

In attesa della risposta del Ministro, spero che la mia interrogazione possa servire a sollecitare il sindaco e il segretario comunale a prendere in seria considerazione la proposta dei cittadini sull’introduzione del metodo ‘porta a porta’ e a farsi carico senza ulteriori ritardi del problema così sentito e diffuso della raccolta differenziata in Alta Valsugana.

 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 gennaio - 05:01

L'assessore mostra di credere di più nella logica dei numeri e della quantità che in quella della qualità: ''Una destinazione turistica che ha meno di 1 milione di presenze non ha un peso specifico sufficiente per posizionarsi sul mercato mentre è da 3 milioni di presenze che abbiamo la forza per stare sul mercato da veri protagonisti''. Ma la strategia che si vuole perseguire qual è? Quella di una ''riminizzazione'' del territorio? E a Bolzano che hanno 76 enti invece che i 20 trentini sbagliano?

28 gennaio - 19:24

Approvata la mozione proposta da De Menech (Partito democratico) contro lo spopolamento della montagna: “Negli ultimi 20 anni varati dei provvedimenti per contrastare il fenomeno, ma non sono stati sufficienti. Vogliamo stimolare il governo ad aumentare l’impegno”. Il ministro: "Venerdì prossimo ci saranno gli Stati generali sulla Montagna, importante occasione per confrontarci e affrontare nodi ancora irrisolti"

28 gennaio - 18:57

La skiarea trentina di Pejo3000, la prima al mondo a mettere al bando i prodotti plastici, ha lanciato una campagna di comunicazione molto particolare: su piste e impianti sono stati collocati pannelli informativi con le frasi più celebri di molti “big” del passato per sensibilizzare gli sciatori ad abbandonare l'uso della plastica

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato