Contenuto sponsorizzato

Chapeau ai volontari e ai cittadini che aiutano questa persona che, purtroppo, è ancora lì al freddo e nello sporco

L’Assessore Previdi, qualche giorno fa, mi ha mandato una mail nella quale definisce ''indegno'' quanto da me scritto nel mio blog dove chiedevo dove fossero il sindaco, il decano e l'assessore (appunto) di Rovereto per lasciare una persona al freddo, in mezzo allo sporco e in piena emergenza covid. Non mi pronuncio ma non posso che rilevare che questa persona è ancora lì e questa mattina alle 8.44 c'erano 4 gradi
DAL BLOG
Di Riccardo Petroni - 18 November 2020

Ha pubblicato “Yehoshua ben Yosef detto Gesù – La sua vera storia – la forza delle sue idee”, “Il Vangelo Segreto di Gesù”, “Gesù di Betlemme” e “Il Ritorno alla Casa di Israele (il Noachismo)”

Il 13 novembre scorso, ho lanciato tramite questo mio Blog su il Dolomiti (che ringrazio per averlo pubblicato), un appello per il senzatetto che vive in condizioni disumane e malsane a poche centinaia di metri dal pieno centro di Rovereto, sotto la tettoia dell’ex-Ludoteca, dove c’era l’Aci (LEGGI QUI), peraltro in questo pericoloso periodo di coronavirus.

 

Ed ecco che l’Assessore Mauro Previdi domenica 15 dicembre, sul giornale il Trentino, dichiara “Siamo fiduciosi si possa arrivare ad attivare le procedure per un ricovero coatto, nel frattempo continuano i nostri sforzi e quelli di tutti i volontari per rendere la sua condizione la più dignitosa possibile”. Poi sempre l’Assessore Previdi, in data 16.11, mi ha mandato una mail nella quale definisce quanto da me scritto ''indegno''. Ed aggiunge che quanto da me scritto sarebbe una offesa non tanto a lui quanto all’amministratore di sostegno, ai molti volontari, all’assistente sociale e a chi si occupa di quel pover'uomo.

 

Per quanto mi riguarda, dopo 12 anni che mi occupo in prima linea, da totale volontario, di carcerati, tossicodipendenti e senza fissa dimora, tali affermazioni non mi hanno smosso di un millimetro, stante purtroppo il fatto che le condizioni nel quale vive quella persona ad oggi sono rimaste immutate.

 


 

E riguardo a quanto detto basti pensare che stamani alle 8.44 la temperatura era di 4 gradi. Quindi stanotte, nel lungo fiume, è ragionevole pensare che si sia andati sotto lo zero. Ma è proprio questo il punto: “chapeau” (grande merito) a volontari e cittadini che si occupano giornalmente, con grande generosità, di lui.

 

Riguardo all’amministratore di sostegno e all’assistente sociale, citati dall’assessore Previdi, e riguardo a quest’ultimo, non mi permetto assolutamente di fare delle valutazioni. Mi limito - di nuovo - a rimandare alle condizioni nelle quali vive questa persona, documentate dal filmato sotto indicato (nel rispetto della privacy), che riporta fedelmente la situazione documentata dalla foto inserita nel citato articolo de “Il Trentino”.

 

 

 

Ultima edizione
Edizione del 26 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 novembre - 20:42
Trovati 138 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 57 guarigioni. Sono 49 i pazienti in ospedale. Sono 830.700 le dosi di [...]
Cronaca
26 novembre - 19:58
Il giovane era scomparso ad ottobre dalla città tedesca di Ludwigshafen e questa mattina, in stato confusionale, ha avvicinato due agenti [...]
Cronaca
26 novembre - 19:03
Il governatore Arno Kompatscher: "Aumentare rapidamente il tasso di vaccinazione è il passo più importante da compiere per trascorrere [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato