Contenuto sponsorizzato

Ratzinger o Bergoglio chi è il vero Papa? Per Libero la mia ''prova'' è un ''autogol'' ma come non vedere che quelle immagini sono ''preconfezionate''?

Su Libero Andrea Cionci ha replicato al mio blog di qualche giorno fa dove mostravo la lettera che mi era arrivata dalla Santa Sede dove lo stesso Bergoglio veniva definito ''Emerito'' a riprova che l'unico vero Papa è Francesco. Per il giornalista del quotidiano diretto da Sallusti la lettera (che era l'elemento di attualità e con tanto di data) sarebbe stata meno ''forte'' rispetto al piccolo dono che la accompagnava: delle immagini standard di quando Ratzinger era Papa e una targhetta di quando, appunto, era Pontifex Pontificum. Ma le rispondo punto su punto per cercare di tornare almeno in ''pareggio'' dopo il supposto autogol
DAL BLOG
Di Riccardo Petroni - 25 luglio 2021

Ha pubblicato “Yehoshua ben Yosef detto Gesù – La sua vera storia – la forza delle sue idee”, “Il Vangelo Segreto di Gesù”, “Gesù di Betlemme” e “Il Ritorno alla Casa di Israele (il Noachismo)”

Preg.mo Sig. Andrea Cionci, la ringrazio innanzitutto per il suo articolo su “www.liberoquotidiano.it” dal titolo “Il Papa è Francesco!” L'autogol clamoroso della “prova inedita e da batticuore” di Riccardo Petroni” (LEGGI QUI), in risposta al mio articolo del 21 luglio dal titolo “Chi è il Papa, Ratzinger o Bergoglio? Ecco la prova, da batticuore, che dimostra la verità” (LEGGI QUI) e anche per la successiva citazione in un articolo di oggi dove mi ha definito contestazione-kamikaze negatore della divinità di Cristo (LEGGI QUI). La ringrazio, perché così avremo ambedue l’opportunità di poter approfondire questo importante tema, anche e soprattutto a vantaggio dei lettori sia della sua testata, Libero, che de Il Dolomiti, che, nella persona del suo Direttore Luca Pianesi, ringrazio di ospitarmi con questo Blog.

 

Le invio qui la mia risposta, seguendo punto per punto quanto ha scritto, pregando di pubblicarla e di inoltrarla:

-al suo Direttore, Sallusti, che ascolto sempre molto volentieri per la sua preparazione e la sua pacatezza nell’esprimere il suo pensiero, nella trasmissione “8 e ½”

-a Papa Bergoglio e Papa Emerito Ratzinger, essendo loro i diretti interessati.

-A Massimo Franco, che lei ha citato.

Facendo così il nostro scambio di opinioni viene ad assumere un più corretto ambito di ascolto.

 

1)Lei scrive che il mio intervento “è chiaramente rivolto alla nostra inchiesta che dura oramai dal 2019 e a tutti i nostri intervistati”. Pur dando atto che Libero si occupa con molta attenzione da anni di questa questione, devo però ricordarle che da tempo la stampa sia nazionale che internazionale ne parla ampiamente.

 

2)Le immagini che J. Ratzinger mi ha inviato sono visibilmente di quando era ancora Papa, precedenti al 2015, data nella quale mi ha scritto. Non sono peraltro firmate in forma “olografa”, ma sono immagini “preconfezionate”. Argomentare sulle stesse ed in particolare sul “P.P” da lei cerchiato in rosso, mi pare francamente del tutto pleonastico.

 

3)Le fonti da lei segnalate le avevo già lette, avendole peraltro già diffuse ad ampia mano i media.

 

4)Da parte mia invece la invito a leggere quanto ha riportato in data 26.2.2014 il suo collega Francesco Antonio Grana del ''Fatto Quotidiano'' (che anche si occupa molto della questione). Eccolo: “Vaticano. Ratzinger: La mia rinuncia è valida. Assurdo speculare sulla mia decisione. Benedetto XVI rompe il silenzio che si era imposto un anno fa e spiega, rispondendo a una lettera del vaticanista de La Stampa Andrea Tornielli, il motivo delle sue dimissioni a un anno esatto dalla fine del suo pontificato e dall’inizio della Sede Vacante, che sarebbe terminata con la fumata bianca delle 19,06 del 13 marzo 2013, che annunciava l’elezione di Francesco. Dall’ex monastero Mater Ecclesiae dove ha scelto di vivere da “pellegrino” per dedicarsi “ancora di più alla preghiera e alla meditazione”, il Papa emerito ha voluto rispondere alle speculazioni di alcuni media sui motivi delle sue dimissioni e soprattutto sulla loro validità canonica. In modo sintetico ma preciso Ratzinger ha smentito i presunti retroscena segreti della rinuncia.

 

5)E la invito anche a leggere quanto ha sempre riportato il “Fatto Quotidiano” in merito alla lettera inviata da J. Ratzinger (firmata di suo pugno) ad Hans Küng, nella quale scrive: “Io sono grato di poter essere legato da una grande identità di vedute e da un’amicizia di cuore a Papa Francesco. Io oggi vedo come mio unico e ultimo compito sostenere il suo Pontificato nella preghiera”. Parole queste confermate, aggiunge sempre “il Fatto Quotidiano”, da Benedetto XVI, che così si è espresso: “Il Professore Küng ha citato letteralmente e correttamente le parole della mia lettera indirizzata a lui”.

 

6)Quella suindicata è una presa di posizione chiarissima ed intoccabili sono quelle parole di Ratzinger, anche e soprattutto in virtù dell’Infallibilità del Papa, sacro Dogma della Chiesa, che se venisse negato proprio dai “tradizionalisti”, li renderebbe eretici, quindi scomunicati. E farebbe cadere tutto l’impianto teologico della Chiesa. E ci si troverebbe quindi nell’incredibile e paradossale situazione, che per pudore preferisco non commentare, che da un lato c’è Ratzinger (infallibile) che conferma di non essere più Papa, mentre, dall’altro ci sono i “tradizionalisti” che lo negano, ritenendo di saperne più di lui. L’ho definito e lo confermo che è un “macabro teatrino”.

 

6) Sotto il profilo strettamente teologico mi permetto poi di farle presente che per i cattolici e tanto più per quelli “tradizionalisti”, il Papa viene eletto in Conclave su “ispirazione dello Spirito Santo”, il quale quindi, seguendo le tesi degli stessi, avrebbe acconsentito all’assurdo sotterfugio di un piano “B” di Ratzinger.

 

7)Poi, se davvero J. Ratzinger avesse meditato e portato a termine un piano “B”, mantenendo l’incertezza su chi è il “vero” Papa (cosa che abbiamo visto non è avvenuta), si sarebbe macchiato di blasfemia e quindi sarebbe lui stesso lo “scomunicato” e quindi “quell’Antipapa”, tanto declamato dai “cattolici super-ortodossi” nei confronti di Bergoglio.

 

E su quale base posso io sostenere questa tesi? Molto semplice. Sulla scorta di quanto ha detto in modo chiaro ed inequivocabile proprio quel Gesù di Nazareth, crocifisso sotto Ponzio Pilato, nel nome del quale vive la Chiesa Cattolica e circa 2 miliardi di fedeli nel mondo, confusi e disorientati maldestramente da fantasticherie degne dei “terrapiattisti”. Quello stesso Gesù di Nazareth che il Papa, per il tramite di Pietro, è diretto successore ed Apostolo. Gesù aveva infatti così detto: “Sia invece il vostro parlare sì, sì; no, no. Il di più viene dal maligno”. E poi: ''Non c'è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto. Pertanto ciò che avrete detto nelle tenebre, sarà udito in piena luce; e ciò che avrete detto all'orecchio nelle stanze più interne, sarà annunziato sui tetti''. E Ratzinger, come credo di aver fin qui dimostrato, l’ha già detto chiaramente di non essere più il Papa dal giorno della sua rinuncia e quindi è inutile aspettarsi che lo ripeta.

 

8)Lei mi propone infine di risponderle educatamente. Non vedo alcun motivo per non farlo.

Riguardo a quanto sopra, usando gli stessi termini calcistici che ha usato lei, Andrea Cionci, vista anche la recentissima vittoriosa Coppa Europea che ci ha entusiasmato, fatico a vederla “1 a 0” nei miei confronti, per un “sedicente” mio ''autogol'' come ha titolato nel suo articolo, ma le concedo un “1 a 1” e palla al centro. La partita è tutta da giocare e sono ben lieto di leggerla e ascoltarla. Lei al suo fianco schieri pure, come testata di “Libero”, tutti gli studiosi e sapienti che ha citato. Io invece preferisco venire da solo con una copia del Vangelo e degli Atti degli Apostoli in mano.

 

Ps: Anche sulla dibattuta questione della Messa “antica” in latino (che antica non è affatto), “cavalcata” sempre dai ''tradizionalisti'', c’ è da dire che è un solenne falso storico, una vera e propria “fake news”. Ma avrò modo di parlarne nel prossimo articolo.

Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 settembre - 12:31
Da un lato l'Effetto Green pass obbligatorio a partire dal 15 ottobre per i dipendenti pubblici e privati  e dall'altro l'open day con la [...]
Cultura
17 settembre - 21:11
Dal 24 al 26 settembre Arco accoglierà gli appassionati dei bonsai e della florovivaistica, per la kermesse sono attese oltre 25mila persone. [...]
Cronaca
18 settembre - 16:00
Secondo una prima ricostruzione il 67enne sarebbe caduto sbattendo violentemente la testa dopo aver perso il controllo della sua mountain bike in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato