Contenuto sponsorizzato

''Sanpa'', Netflix e quel trailer con troppe ombre e poche luci. Ma San Patrignano era molto di più

La pubblicità della serie di Netflix viene proposta in modo martellante in Tv, attraverso uno “spot sinistro” che di fatto trasmette - incredibilmente ed inaccettabilmente - solo le “ombre” e tace invece del tutto sulle “luci”, mostrando esclusivamente violenze, catene, soprusi. Io dal 2007 al 2014 ero volontario a tempo pieno proprio a ''Sanpa'' a Caldonazzo. Lì ho riso e pianto ed ho riacquistato il senso della mia vita. Insieme abbiamo realizzato un’infinità di attività (compreso un libro che spiega cos'è San Patrignano) piene di luce
DAL BLOG
Di Riccardo Petroni - 14 January 2021

Ha pubblicato “Yehoshua ben Yosef detto Gesù – La sua vera storia – la forza delle sue idee”, “Il Vangelo Segreto di Gesù”, “Gesù di Betlemme” e “Il Ritorno alla Casa di Israele (il Noachismo)”

Netflix, come è noto, è un vero colosso internazionale e di recente ha deciso di occuparsi della Comunità di recupero di ragazzi e ragazze tossicodipendenti di San Patrignano, con una serie prodotta dalla stessa Netflix (ideata dall’autore televisivo Gianluca Neri), dal titolo “Sanpa: luci e ombre di San Patrignano” (sottotitolato “Peccati del Salvatore”). “Sanpa” sta per “San Patrignano” ed è il modo con cui i ragazzi chiamano affettuosamente la Comunità. Serie, quella di Netflix, che viene proposta in modo martellante in Tv, attraverso uno “spot sinistro” che di fatto trasmette - incredibilmente ed inaccettabilmente - solo le “ombre” e tace invece del tutto sulle “luci”, mostrando insistentemente violenze, catene, soprusi ecc.

 

 

 

 

Io non so chi è Gianluca Neri, che su Wikipedia viene descritto come un “autore televisivo, scrittore, conduttore radiofonico e blogger italiano (nato nel 1971)”. So invece “chi è San Patrignano”, avendo svolto attività di totale volontariato a tempo pieno dal 2007 al 2014 presso la sede trentina di San Vito di Pergine, fondata da Federico Samaden (diretta nei “miei anni” da Luigi Bertacco) e chiusa dopo oltre 25 anni di attività nel 2014, ospitando su Rimini tutti i giovani presenti (quindi senza alcuna ripercussione per gli stessi). Chiusa per motivi più che comprensibili di razionalizzazione degli ingenti costi di gestione di quella, peraltro stupenda, struttura sul Lago di Caldonazzo.

 


 

 

Ed avevo iniziato con quattro incontri per parlare proprio del Gesù della storia”, che è il tema di questo mio blog, che trovò grandissimo interesse fra quei giovani in percorso.

 


 

E cosa posso dire riguardo a Sanpa? Posso dire che ho passato lì gli anni più belli della mia vita (dal giorno del mio pensionamento), a strettissimo contatto con quei ragazzi e quelle ragazze, tutti inevitabilmente provenienti da storie drammatiche. Con loro ho riso e pianto ed ho riacquistato il senso della mia vita, strapazzata per troppo tempo in giro per il mondo per motivi professionali. Insieme abbiamo realizzato un’infinità di nuove attività (oltre alle tantissime di altissimo livello già presenti): dall’apiario all’orto, dal settore tessile per le ragazze alla riproduzione degli oggetti di Fortunato Depero (autorizzati in esclusiva dalla famiglia), dalla band musicale al cineforum ecc. Ed abbiamo organizzato un’infinità di manifestazioni con personaggi dello spettacolo, dello sport, della letteratura, chef stellati ecc.

 

E poi l’incontro nelle scuole con gli studenti, con le Istituzioni, l’accompagnamento dei bambini a scuola, la produzione di biciclette, la falegnameria, la Serra, la Pet-terapy ecc..ecc…(impossibile citare tutto). Ed in questi 7 bellissimi anni hanno collaborato con me un’infinità di trentini, a tutti i livelli. Impossibile ricordarli tutti e tralasciarne anche uno sarebbe davvero ingeneroso. E tutti loro sono “testimoni oculari” del grande fascino che destava entrare in contatto con Sanpa e dell’entusiasmo che sempre ci prendeva e ci trascinava in nuove iniziative. Ed in quegli anni, ho visto entrare ed uscire dal percorso proposto da Sanpa (totalmente gratuito), almeno 700 fra ragazzi e ragazze, tutti provenienti dall’inferno della droga.

 

Ho visto tutto questo. Ma l’ho anche scritto. Sì, ho scritto con loro (fisicamente al mio computer, non potendolo loro utilizzare) in tre anni di fittissimi incontri, un libro in grado di lasciare una testimonianza perpetua di cosa volesse dire entrare nel circuito distruttivo della droga e come se ne potesse uscire grazie a San Patrignano. I ragazzi e le ragazze in percorso a “Sanpa”(complessivamente circa 130) decisero infatti di “raccontarsi”, di pubblicare le lettere intercorse con i loro genitori, con i loro compagni, con i loro figli, di spiegare “al mondo”, minuziosamente ed in ogni sua fase, anche la più “intima”, l’immenso disastro che producono le cosiddette “sostanze”.

 

Ma decisero anche di spiegare “al mondo”, sempre in modo minuzioso, che dalla tremenda morsa della droga se ne esce. E come se ne esce, con “Sanpa”. Ecco che al libro, prodotto e distribuito gratuito in oltre 5000 copie dal Rotary Trentino Nord di Trento – Presidente Gianfranco Postal (che ancora ringrazio), si decise di dare questo titolo: “Il Sole di Sanpa – La luce nel buio”.

 


 

 

Sole”, quindi “luce”. E non “ombre”, quindi “tenebre”, quelle che vengono trasmesse dall’inammissibile spot della serie televisiva di Netflix, che prima di metter in onda un tale documento, concentrato solo sulle negatività, avrebbe avuto quantomeno il dovere di informarsi sulle centinaia di migliaia di giovani che ha salvato Vincenzo Muccioli a San Patrignano (oggi è la più importante Comunità di recupero d’Europa). Riguardo al libro “Il Sole di Sanpa” invito i lettori a vedere il seguente “spot”, che è stato realizzato il giorno della presentazione del libro a San Vito di Pergine, effettuata dall’amico rotariano Corrado Tononi (sabato 19 maggio 2012). Spot, quello del “Sole di Sanpa” che mi permetto contrapporre sdegnato a quello di Netflix.

www.youtube.com/watch?v=x_FKcnexyLA

 

E dal libro è stato anche tratto, dalla “Scuola di Danza il Tempio degli Elfi” di Verona (in collaborazione con il Comune di Verona), uno spettacolo di “danza e d’arte” dal titolo giustappunto “Il Sole di Sanpa”, con protagonisti ragazzi e ragazze dai 3 ai 20 anni.  Spettacolo che è stato rappresentato sabato 13 e domenica il 14 aprile 2013 presso il Teatro Alcione di Verona (il ricavato è stato interamente devoluto a favore della Comunità di San Patrignano).

 

Questo lo spot:

www.youtube.com/watch?v=6c6SzKbcM6M

Detto questo, invito Gianluca Neri e Netflix a guardare con molta attenzione i due “spot” suindicati ed a riflettere seriamente sull’impostazione che hanno ritenuto di dare al loro documentario, che mi sento decisamente di sconfessare in blocco, per i motivi suindicati. Ed invito tutte quelle persone che sono finite nel tragico tunnel della droga e tutti coloro che stanno loro accanto, a contattare al più presto e con grande fiducia “Sanpa”.

 

La grande “Sanpa”. Ed a questo proposito ricordo che qui in Trentino, opera tutt’ora ed a pieno ritmo, la validissima Associazione Amici di San Patrignano – Trento”, grazie alla generosissima ed instancabile opera di Maurizio e della sua squadra.

 

Questi i riferimenti:

Associazione Amici di San Patrignano Onlus

www.amicidisanpa.org

Via Furli, 80/82
38015 – Lavis (Tn)
Telefono sede 0461 242 138
Cellulare: Maurizio 339 888 0909
Cellulare: Carlo 346 573 2835

E-mail: amicidisanpa2015@gmail.com

 

R.Petroni

Rovereto 13.1.2020

 

Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 settembre - 16:34
C'è preoccupazione in provincia di Bolzano per le alte percentuali di ''no-vax'' presenti tra la popolazione. Dal 15 ottobre potrebbero essere [...]
Cronaca
28 settembre - 17:03
 Oggi si registrano 3 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare. Tra i nuovi casi nelle fasce di età adulte, 4 hanno tra 60-69 anni, 1 [...]
Cronaca
28 settembre - 17:02
La poiana è stata impallinata nella zona di Tiarno di Sopra, ferita gravemente ad un’ala e al corpo, ha però continuato il volo per un breve [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato