Contenuto sponsorizzato

Cittadella dei piccoli frutti: 7,5 milioni di euro per fare cosa? Otto domande aperte all'assessore Dallapiccola

Del progetto “Sant’Orsola deve raddoppiare la produzione per essere presente tutto l’anno sul mercato anche estendendo le coltivazioni fuori dal Trentino” qualcuno ha mai parlato? Verranno sostenute le 800 aziende associate a Sat'Orsola per attenuare l'onere conseguente al debito contratto per aver investito?
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 23 agosto 2017

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Otto domande aperte all'assessore all'ambiente Michele Dallapiccola in merito alla questione degli investimenti fatti dalla Provincia sul settore agricolo e in particolar modo su quello dei piccoli frutti: 7,5 milioni di euro che la Provincia di Trento ha deciso di erogare a sostegno del progetto “Cittadella dei piccoli frutti” presentato dalla cooperativa Sant’Orsola sulla base di un piano economico predisposto da Fabio Rizzoli quando la produzione di fragole e piccoli frutti risulta, in provincia, ispirata a concetti e indirizzi vecchi di oltre 30 anni.

 

1) Ha mai discusso con Fabio Rizzoli in merito al progetto “Sant’Orsola deve raddoppiare la produzione per essere presente tutto l’anno sul mercato anche estendendo le coltivazioni fuori dal Trentino”?

 

2) Se sì, su quali punti vi siete soffermati in particolare?

 

3) Se no perché non ha ritenuto opportuno incontrare Rizzoli unica persona in grado di chiarire i contenuti e le finalità del progetto?

 

4) A chi ha dato incarico di valutare il progetto per ricavarne elementi problematici, positivi o negativi da approfondire da lei e/o dai suoi collaboratori?

 

5) Quali motivi porta a giustificazione del contributo concesso a sostegno parziale del progetto?

 

6) Non ritiene che sarebbe (e lo è ancora) stato più opportuno rivedere l'intero sistema produttivo locale sostenendo con l'apporto della Fondazione Mach prima di allargare l'orizzonte ad altri contesti socio produttivi?

 

7) Non ritiene che fragole e piccoli frutti meritevoli del marchio Qualità Trentino possano subire un danno d'immagine indiretto dal confronto con omologhi, ma sicuramente non paragonabili per qualità con quelli di montagna?

 

8) La Provincia sosterrà finanziariamente le sue 800 aziende associate a Sat'Orsola per attenuare l'onere conseguente al debito contratto per aver investito o ad eventuali perdite di mercato dovute ad eventi imprevisti?

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 novembre - 12:56

La neve caduta in grandi quantità e appesantita anche da pioggia e temperature in risalita è instabile in molte zone. I tecnici: ''Al di sopra dei 2200 m circa gli abbondanti accumuli di neve ventata degli ultimi giorni sono instabili. Queste possono distaccarsi già in seguito al passaggio di un singolo appassionato di sport invernali e, a livello isolato, raggiungere grandi dimensioni''

18 novembre - 12:38

Nel programma domenicale "Non è l'arena", condotto su La7 da Massimo Giletti, è andata in onda una discussione isterica sull'Alto Adige tra Vittorio Feltri e Michaela Biancofiore, decisamente poco utile alla causa della comprensione della realtà provinciale da parte del grande pubblico nazionale. Alla complessità si è preferita la cagnara, perché insulti e visi avvampati - conditi da gravi inesattezze storiche - fanno più audience

18 novembre - 11:19

Canne fumarie coperte da neve, il rischio è che questa situazione crei un cattivo tiraggio del camino che impedisce la dispersione dei fumi di combustione in atmosfera, favorendo la concentrazione del pericoloso monossido di carbonio (CO) all'interno dell'abitazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato