Contenuto sponsorizzato

Melinda cerca mele all'estero. La produzione sarà di meno di 10.000 vagoni contro i 40-42 mila degli anni scorsi

Servono almeno 2.000 vagoni di mele. Il presidente Odorizzi spiega che sono necessari per servire il mercato, dare lavoro ai dipendenti e non far perdere soldi ai frutticoltori
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 14 September 2017

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Melinda sta cercando mele da acquistare in vari Paesi dell’Unione europea per colmare il deficit di produzione della stagione in corso che si profila pari a 9.900 vagoni. Inferiore quindi ai 10.000 vagoni previsti ai primi di agosto e ai 40-42 mila prodotti mediamente negli anni scorsi. Non ne fa mistero il presidente Michele Odorizzi che quantifica in almeno 2.000 vagoni le mele che Melinda dovrebbe acquistare all’esterno.

 

Alla domanda se l’acquisto fuori della Val di Non potrà danneggiar l’immagine del consorzio, il presidente risponde che l’acquisto si rende necessario per tre motivi o necessità irrinunciabili: servire con continuità il mercato, dare lavoro ai dipendenti, non far perdere soldi ai frutticoltori.

 

Nei giorni scorsi Odorizzi ha fatto parte di una delegazione che si è recata in Spagna per visionare partite di mele scendi pianta. Non si è proceduto all’acquisto perché il prezzo era elevato: 40-45 centesimi. Vi si dovrebbero aggiungere almeno 15 euro per il trasporto e il costo della selezione in magazzino che costringerebbe Melinda a vendere le mele a più di 1 euro.

 

Quanto al rischio di calo di immagine la risposta è precisa: venderemo le mele acquistare fuori dalla Val di Non con marchi di fantasia o delle catene di mercato che le acquisteranno. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 March - 11:10

La notizia è stata confermata dall'Azienda sanitaria altoatesina a il Dolomiti. In Provincia di Bolzano i controlli sulle varianti sono estesissimi e a pochi giorni fa erano già 630 i casi di mutazioni trovati

01 March - 11:01

Affitti esorbitanti, denaro sottratto dallo stipendio, botte e percosse. Questo il trattamento riservato ad un gruppo di lavoratori pakistani nei campi di Aldeno. Gli aguzzini erano due connazionali, che approfittavano della loro situazione di necessità

28 February - 14:32

Tra “poderia eser” e “orco can”, tra piazza Serra o la centralissima via Pennella, ci si fermerà alle fermate dell’intermodale o dell’Alba. Arriva in tavola Perzenopoly: il nuovo gioco creato dall’associazione culturale Forma Mentis Tridentinae nato dalla rivisitazione in chiave locale del famoso Monopoly

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato