Contenuto sponsorizzato

Aveva aggredito e minacciato un'anziana di 88 anni, arrestato in poche ore

Il ragazzo trentino, classe 1992, si era dato alla fuga e si era sbarazzato del proprio giubbotto per passare inosservato dopo aver messo a segno una rapina da 60 euro circa. Decisive le immagini delle telecamere e la prontezza di indagine dei carabinieri 

Pubblicato il - 08 novembre 2017 - 17:21

TRENTO. E' stato arrestato un ragazzo trentino, classe 1992, che nel primo pomeriggio di lunedì scorso aveva rapinato un'anziana di 88 anni in via Bezzecca a Trento. 

 

La signora, classe 1929, era stata aggredita alle spalle e bloccata da un giovane, in quale dopo averla minacciata di avere un coltello le aveva strappato la borsetta.

 

Il malvivente si era immediatamente allontanato e dopo essersi appropriato del portafoglio, che conteneva circa 60 euro, aveva gettato la borsa a terra per dileguarsi a piedi tra le vie adiacenti.

 

Subito dopo la rapina, la donna, in forte stato di agitazione, si era quindi recata alla stazione dei carabinieri per denunciare quanto accaduto. 

 

Le attività di indagine dell'Arma sono iniziate all'istante per rintracciare l'autore del gesto. I carabinieri prima hanno ricostruito velocemente la dinamica del reato percorrendo a piedi il percorso effettuato dall’anziana donna, quindi si sono concentrati sulle immagini degli impianti di videosorveglianza presenti lungo il cammino.

Rapina anziana di 88 anni
Il ragazzo segue l'anziana
Il ragazzo segue l'anziana 2
Il ragazzo segue l'anziana 3
Il ragazzo si copre con il cappuccio
Il ragazzo scappa

 

 

Le analisi dei filmati hanno permesso di ricomporre tutte le fasi dell’azione delittuosa: il reale tragitto compiuto dalla vittima, che veniva seguita a breve distanza dall’aggressore, ma anche la fuga di quest’ultimo dopo aver consumato la rapina.

 

La visione delle immagini, unita alla descrizione fornita dalla donna, confermata dalle immagini acquisite, ha così permesso di delineare un preciso identikit del rapinatore. La pronta diramazione delle informazioni alle pattuglie della dei carabinieri in perlustrazione sul territorio, ha consentito ai militari di notare un ragazzo camminare nelle vie del centro cittadino, le cui fattezze e il cui abbigliamento erano corrispondenti alla descrizione del ricercato.

 

Il ragazzo, che nel frattempo si era sbarazzato del giubbotto e si era fatto prestare un'altra giacca dagli amici per passare inosservato, intuito però di essere nel mirino dell'Arma, ha cercato di darsi alla fuga approfittando dei vicoli cittadini. Il piano però non ha funzionato in quanto i carabinieri si sono dimostrati più lesti e hanno fermato il fuggitivo.

 

Una volta in caserma e messo davanti ai fatti, il giovane non ha potuto far altro che confessare di essere l'autore della rapina all'anziana.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 11:45

I due consiglieri provinciali hanno sfoderato uno l'immagine del Grinch l'altro quella trita e ritrita del ''sindacalista di sinistra'' ma il capolavoro è dell'assessore al turismo che parla di ''danno enorme per l'economia della città di Trento e per l'immagine dell'intero Trentino''. Proprio lui autore della legge sulle chiusure domenicali nel momento dove serviva spingere al massimo l'economia e che ha direttamente bollato Trento e molte altre località come ''non turistiche''

20 ottobre - 11:25

Le due deputate pentastellate Doriana Sarli e Carmen Di Lauro sono riuscite "dopo quasi dieci ore di attesa" a entrare nel centro del Casteller. Giunte per "constatare la situazione dei 3 orsi", si erano viste negare l'accesso dalla Provincia e dai gestori, rivolgendosi allora ai carabinieri di Trento. "Abbiamo verbalizzato una denuncia. Gli orsi stanno bene ma gli spazi sono inadeguati. Devono essere liberati"

20 ottobre - 11:57

Il bollettino Coronavirus dell'Azienda sanitaria altoatesina conta oggi ben 209 casi in più. Un numero altissimo, mai registrato in 24 ore. Il tasso contagi/tamponi schizza così all'11,5%, con un bilancio provvisorio che cresce e supera i 5000 contagiati da inizio epidemia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato