Contenuto sponsorizzato

500 litri di succo di mela sotto sequestro. L'accusa: ''Alla Prantil violazione norme igienico-sanitarie''

Dopo la segnalazione dell'Ufficio igiane si sono mossi i Nas su ordine della Procura. Nel mirino l'acqua utilizzata per la produzione e i locali sporchi

Pubblicato il - 16 febbraio 2018 - 10:50

MEZZOLOMBARDO. Il carabinieri del Nas hanno messo i sigilli sugli impianti di lavorazione alla ditta Prantil che nella Rotaliana produce succo di mela e snack a base di mele essiccate. L'iniziativa dopo la segnalazione dell'Ufficio igiene che nel dicembre scorso aveva riscontrato irregolarità.

 

Sotto la lente l'acqua usata per la produzione, che risulterebbe provenire da un pozzo anziché dall'acquedotto pubblico. Un approvvigionamento dubbio, senza certificazioni di potabilità. Rilievi anche sull'igiene degli ambienti di lavoro. 

 

In seguito a queste segnalazioni l'azienda avrebbe dovuto mettere in regola lo stabilimento, ma in una successiva ispezione tutto rimaneva invariato e la ditta aveva continuato a produrre succhi e snack senza apportare le modifiche richieste dall'Ufficio igiene. 

 

Per questo si sono mossi i Nas, su ordine della Procura che ha aperto un fascicolo. Il proprietario è ora indagato per mancato rispetto delle norme igieniche sanitarie e mancata osservanza di un ordine amministrativo. 

 

Sono stati sequestrati:50 mila litri di succo sfuso, tutti i macchinari, tre mila litri di succo imbottigliato, e 500 chili di mele. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 novembre - 08:13

La vicenda kafkiana di Andrea Zanettini, carabiniere in congedo, che dopo un grave infortunio alla schiena ha deciso di curarsi con la cannabis ma per questo gli è stata ritirata la patente. L’uomo si trova intrappolato da 3 anni in un labirinto fatto di burocrazia e stigma sociale

15 novembre - 11:37

Le nevicate intense delle ultime ore stanno mettendo a dura prova la viabilità sulle nostre strade. Dal passo Fedaia chiuso per rischio valanghe alla di Garniga da Garniga Vecchia a località Viote; la Sp64 di Fai da località Santel ad Andalo chiuse pericolo caduta alberi

15 novembre - 09:07

Chiuse le scuole, i musei e i teatri. La città lagunare è in allarme. E' prevista  una punta massima di marea di 160 centimetri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato