Contenuto sponsorizzato

A 42 anni colta da un malore, addio a Marzia Maturi, lascia due figlie e un figlio di 3, 8 e 12 anni

La donna si era sentita male nella casa estiva a Faserno qualche sera fa. Era ricoverata in rianimazione al Santa Chiara di Trento ma non ce l'ha fatta. Tutta la comunità della Val Rendena in lutto

Pubblicato il - 16 agosto 2018 - 14:42

PINZOLO. Non ce l'ha fatta Marzia Maturi madre di tre figli, due femmine e un maschio di 3, 8 e 12 anni. Era ricoverata al Santa Chiara di Trento dopo che si era sentita male nella casa estiva di famiglia a Faserno, lungo le alture di Storo. La donna, 42enne, residente a Pelugo e dipendente della Cassa Rurale di Pinzolo, domenica sera si trovava nella casa estiva con i figli quando è stata colta dal malore.

 

A dare l'allarme proprio il figlio che ha prima raggiunto un cugino il quale ha dato il via alla macchina dei soccorsi. La donna è stata quindi trasportata in emergenza al Santa Chiara di Trento. Ricoverata nel reparto di rianimazione ha lottato tra la vita e la morte per più di due giorni quando è arrivata la triste notizia. Marzia non ce l'ha fatta.

 

Tutta la Val Rendena piange la donna che era molto conosciuta in zona visto che oltre al suo lavoro in Cassa Rurale suonava nella banda del paese. E molto conosciuta è tutta la sua famiglia Maturi di storici artigiani del ferro mentre una delle figlie canta nei ''Fringuelli del Brenta''. Un grave lutto per tutta la comunità che certamente si stringerà alla famiglia di Marzia e ai suoi tre figli.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 January - 16:08

Secondo una bozza del monitoraggio dell'Iss "Umbria e la Provincia Autonoma di Bolzano sono state classificate a rischio 'Alto' per la terza settimana consecutiva; "questo prevede specifiche misure da adottare a livello provinciale e regionale"

22 January - 13:14

"L’approvazione da parte del Cts del protocollo di funzionamento degli impianti di risalita, e la validazione dello stesso da parte della Conferenza delle Regioni”, spiega Marco Pappalardo, direttore marketing del carosello sciistico più grande al mondo "rappresentano un passo importantissimo che consente finalmente di dare certezze e di intravedere la luce in fondo al tunnel"

22 January - 11:05

L'Apss conferma l'errore: nell'ospedale di Rovereto sono state somministrate 12 dosi di soluzione fisiologica al posto dei vaccini. A dare la notizia eravamo stati noi de ildolomiti.it, senza ricevere alcuna risposta da parte delle autorità sanitarie. "Gli operatori sono stati informati. Non c'è nessun rischio per i soggetti coinvolti"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato