Contenuto sponsorizzato

Ancora un sub morto nelle acque del Garda. Malore fatale a un uomo di 55 anni

E' successo all'altezza di Torri del Benaco intorno alle 12. Domenica scorsa un altro caso dall'altra parte del lago e giovedì un malore proprio nello stesso punto di oggi

Pubblicato il - 09 dicembre 2018 - 14:09

TORRI DEL BENACO. Non conoscono pace le acque del Garda in questi giorni. Domenica scorsa la morte di un sub sul lato ovest, all'altezza di Gargnano, tre giorni fa un malore nelle acque di Torri del Benaco, fortunatamente risolto senza gravi conseguenze, e questa mattina un altro caso, praticamente nello stesso punto di giovedì scorso, ancora una volta fatale.

 

Poco prima di mezzogiorno, infatti, è arrivata la chiamata ai soccorsi. Un uomo di 55 anni sarebbe risalito troppo velocemente durante un'immersione e avrebbe accusato un grave malore. Riportato in superficie subito si è cercato di riportarlo a terra mentre sul posto giungevano i soccorsi con l'ambulanza e anche in elicottero da Trento. I sanitari hanno immediatamente tentato di rianimare il sub ma non c'è stato nulla da fare. L'uomo è morto tra le braccia dei soccorritori. 

 

Si tratta della seconda morte in una settimana. Domenica scorsa, infatti, il caso di un militare dell'Aerobase del sesto stormo dell'Aeronautica scomparso nelle acque del lago tra Gargnano e Toscolano Maderno. In quel caso il corpo dell'uomo era stato ritrovato, senza vita, dopo una breve ricerca. Oggi, invece, il 55enne è stato immediatamente soccorso ma il malore gli è stato fatale. Sul posto le forze dell'ordine per gli accertamenti del caso.

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 gennaio - 05:01

Andrea Mazzarese, segretario regionale Sinappe, lancia l'allarme: "Gli agenti di polizia penitenziaria costretti a lavorare con l'illuminazione di un faretto che ci è stato lasciato provvisoriamente dai vigili del fuoco e in cinque sezioni manca anche la videosorveglianza"

21 gennaio - 12:57

Katia Rossato negli scorsi giorni ha fatto un post contro il Comune che ha detto no all'introduzione della pistola elettrica a Trento. Il Taser però diventa Teaser (una pubblicità, un trailer) per la consigliera che non legge e il marito (l'attivista Demattè) compie lo stesso errore mentre ieri attaccava il Dolomiti per una presunta fake news collezionando l'ennesima figuraccia

21 gennaio - 10:37

Il 43enne perito elettrotecnico, si occupava della gestione di centrali e di una diga. Appassionato di sport, suonava il trombone. Il ricordo dei compagni: ''Sconvolti, rimarrai nella nostra musica''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato