Contenuto sponsorizzato

Ancora una tragedia tra i boschi di Sagron Mis. Muore un dipendente comunale mentre tagliava la legna

L'allarme è scattato intorno alle 10. L'uomo si trovava nel bosco con altre persone quando sono stati chiamati i soccorsi. Meno di un mese fa il terribile caso di Vitali Mardari morto mentre lavorava e spostato dal datore di lavoro per evitare che venisse ricollegato alla sua azienda (AGGIORNAMENTO)

Pubblicato il - 15 dicembre 2018 - 11:30

PRIMIERO. Ancora un morto tra i boschi di Sagron Mis, nel Primiero. E ancora una volta si tratta di una persona che stava tagliando la legna. Non un boscaiolo come successo meno di un mese fa a Vitali Mardari, ma un dipendente del comune di Sagron Mis, che stava facendo legna con altre persone. Sul posto i vigili del fuoco della zona, i carabinieri e il soccorso alpino che è intervenuto per aiutare a recuperare il corpo. 

 

Secondo le prime informazioni l'uomo stava tagliando della legna con altre persone quando un tronco lo avrebbe colpito. L'allarme è scattato verso le 10 nei boschi della frazione di Mis. Subito sul posto si sono portati i soccorsi con l'elicottero dei sanitari, ma, purtroppo, c'è stato ben poco da fare per l'uomo. 

 

Meno di un mese fa, il 19 novembre il caso di Vitali Mardari, sempre in quei boschi, sempre tra quegli alberi spezzati dal maltempo dove in tantissimi sono al lavoro per recuperare la legna e mettere in sicurezza i sottoboschi. Mardari era stato trovato senza vita e sulle prime pareva si fosse trattato di un incidente. Poi le indagini dei carabinieri hanno fatto emergere ben altro scenario. Lavorava in nero per un'azienda del Primiero e dopo essere deceduto per un incidente mentre stava lavorando a una teleferica, il titolare dell'attività ha deciso di spostare il corpo senza nemmeno verificarne le condizioni scaricandolo vicino ad una scarpata per evitare che venisse ricollegato alla propria azienda e avere quindi problemi.

 

Questi i risultati delle indagini svolte dai carabinieri di Primiero San Martino di Castrozza e di Imer. Indagini che ora hanno portato alla denuncia di un imprenditore per omicidio colposo con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro e di frode processuale.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 20:30

Se le incertezze sono tante, tantissime, e il momento è delicato per l'emergenza Covid-19, le parole del presidente Maurizio Fugatti non aiutano a chiarire nulla o quasi. Non si capisce il senso di una conferenza stampa convocata in questo modo e di questo tenore per spiegare quanto succede in Trentino alla luce dell'ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte

25 ottobre - 20:07

Sono state poi registrate 12 positività tra bambini e ragazzi in età scolare e sono in corso le verifiche per procedere alla quarantena di altre classi, che attualmente riguarda 122 unità

25 ottobre - 19:16

La Provincia di Bolzano ha emesso una nuova ordinanza con valenza da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre: bar e ristoranti potranno continuare a lavorare con gli orari attuali ma nuove restrizioni, mentre nelle scuole la didattica a distanza sarà portata solo nelle superiori al 50%. La misura più dura riguarda però il coprifuoco dalle 23 alle 5. In questo arco di tempo non ci si potrà muovere dal proprio domicilio se non muniti di autocertificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato