Contenuto sponsorizzato

Arrestato per droga, scoperto dai carabinieri intervenuti su richiesta dei vicini: teneva la musica troppo alta in casa

I condomini si erano lamentati per ilo volume dello stereo ma non voleva abbassarlo. I carabinieri hanno subito sentito odore di 'fumo' ed è scattata la perquisizione: 120 grammi di sostanza e soldi che per i militari sono 'proventi dello spaccio'

Pubblicato il - 09 settembre 2018 - 10:20

TRENTO. Voleva ascoltare musica, peccato che la 'imponeva' anche a tutto il vicinato tenendo il volume altissimo. I condomini in un primo momento sono riusciti a fargli abbassare lo stereo a forza di battere con la scopa al piano superiore. Ma poi di nuovo, ancora a volume assordante. Da qui la decisione dei vicini di chiamare i carabinieri che sono intervenuti e hanno arrestato un 39enne.

 

Ma non si arresta nessuno per 'musica a tutto volume'. Le manette sono scattate perché i militari, una volta arrivati sulla porta dell'abitazione dell'uomo, si sono accorti che oltre all'odore di alcol proveniva dall'interno anche l'incofondibile odore di 'fumo'. Scattata la perquisizione personale e domiciliare, i carabinieri trovano 120 grammi di hashish, insieme al materiale ritenuto idoneo al confezionamento ed ad una somma contante ritenuta provento di spaccio.

 

Lo stereo è stato definitivamente spento e il 39enne portato in caserma dove dovrà attendere di essere condotto davanti all’Autorità Giudiziaria per rispondere del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 12:02

In provincia di Bolzano non si fermano i contagi, l’appello di Kompatscher: “La curva dei contagi da Covid-19 è cresciuta in maniera più rapida rispetto a quanto previsto dagli esperti. Rinunciamo tutti quanti a quelle situazioni di rischio in cui si possano riunire troppe persone, si tratta di un sacrificio necessario per tornare il prima possibile ad una vita più serena e tranquilla”

31 ottobre - 11:23

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati 547 positivi in un solo giorno, il rapporto contagi/tamponi schizza al 17,65%. Quasi 8.300 persone in isolamento. Purtroppo si contano anche 4 vittime legate al coronavirus

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato