Contenuto sponsorizzato

Bambino di 11 anni investito fuori dalla scuola a Rovereto, elitrasportato al Santa Chiara

Il piccolo è stato travolto da un'auto ed è parso subito in condizioni critiche. Fortunatamente una volta portato a Trento ha ripreso i sensi e ora c'è cauto ottimismo

Pubblicato il - 09 aprile 2018 - 18:28

ROVERETO. E' stato investito in via Benacense poco dopo che era uscito da scuola. E' accaduto intorno alle 16 a Rovereto a un bambino di 11 anni. Il piccolo stava attraversando poco dopo l'Istituto comprensivo Rovereto Sud (spetterà ai carabinieri presenti sul posto accertare la dinamica dell'accaduto e se il bimbo si trovasse o meno sulle strisce) quando è sopraggiunta un'auto che, forse anche a causa dell'asfalto reso viscido dalla pioggia che, lentamente, sta cadendo in queste ore, non è riuscita a frenare in tempo. Ha, quindi, travolto il bambino che è stato sbalzato per alcuni metri.

 

Il piccolo è rimasto a terra e le sue condizioni sono parse subito critiche. Fortunatamente a poche centinaia di metri di distanza si trova l'ospedale di Rovereto e quindi i soccorsi sono giunti nel giro di pochi minuti e sono intervenuti per assisterlo. Compresa la gravità dell'accaduto è stato chiamato sul posto l'elisoccorso e il bambino è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Santa Chiara di Trento.

 

Da qui, fortunatamente, arrivano notizie confortanti. Il piccolo avrebbe ripreso i sensi e anche se resta in prognosi riservata per la forte botta alla testa subita, i medici mostrano un cauto ottimismo.  

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 15:00

E' successo poco prima di mezzanotte, sul posto  una volante della squadra mobile e la polizia locale. Due denunce 

16 luglio - 13:01

Dopo i tanti comitati locali e associazioni ambientaliste intervenuti per denunciare i pesanti interventi sulle montagne di Cortina, anche il Cai Veneto ha deciso di scendere in campo lanciando un allarme per la "pressione ambientale insostenibile" sulle montagne di Cortina. Nelle settimane scorse, i mondiali di sci erano stati confermati per il 2021

16 luglio - 13:05

Questi paesi si aggiungono a Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del nord, Moldavia, Oman, Panama, Perù, Repubblica dominicana e il divieto comprende tutti i mezzi di trasporto. Restano però aperti i collegamenti con gli Stati Uniti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato