Contenuto sponsorizzato

Calci e pugni all'esterno della stazione ferroviaria, in quattro denunciati per rissa e lesioni

E' successo a Bolzano. L'allarme è stato lanciato nel pomeriggio quando ai militari è arrivata la segnalazione dal 112 

Pubblicato il - 01 ottobre 2018 - 15:34

BOLZANO. Pugni e calci nella zona accanto alla stazione ferroviaria di Bolzano con tanto di paura per le persone che hanno assistito all'intera scena. Sono quattro le persone di origine pakistana che i carabinieri di Bolzano hanno denunciato a piede libero per rissa e lesioni personali.

 

La denuncia è scattata al termine delle indagini condotte dai carabinieri. L'allarme è stato lanciato nel pomeriggio quando i militari erano stati attivati dal 112 a seguito di una segnalazione di rissa tra 4 soggetti, ma all’arrivo della pattuglia non vi era nessuna attività in atto.

 

In ogni caso i militari hanno identificato 3 uomini che erano sul posto e che avevano i segni di una recente colluttazione. Successivamente un quarto uomo è stato individuato dalla polizia ferroviaria con delle ferite e per questo è stato oggetto di cure mediche da parte del 118 per una ferita da taglio.

 

Solo grazie alla ricostruzione della dinamica degli eventi e di alcune testimonianze raccolte nel corso della mattinata odierna si è quindi riusciti a chiarire i contorni di una lite tra i quattro, scaturita forse per futili motivi. All’esito degli accertamenti i militari dell’Arma hanno denunciato i quattro per rissa e lesioni e la loro posizione è stata rimessa al vaglio dell’autorità giudiziaria.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 12:37

Il presidente del Forum Trentino per la Pace e i diritti umani (organismo “consulente” della Giunta e del Consiglio Provinciale) manda una lettera all'assessore all'istruzione e cultura per chiedergli di non far saltare quell'importante attività di educazione alla cittadinanza attiva che per tanti giovani è stata anche una delle prime esperienze lavorative: ''Credo non solo debba essere garantito nei suoi progetti ma addirittura rafforzato''

25 maggio - 06:01

Ci auguriamo che non ci sia una ''prossima volta'' parlando di epidemie e che quindi questa sia solo un'uscita infelice di Segnana, l'attacco a un organismo professionale che in questi mesi non si è risparmiato per cercare di risolvere le criticità, senza magari tutti quegli elementi in mano alla task force e l'esecutivo, appare davvero ingeneroso

25 maggio - 11:33

Migliora sensibilmente anche la situazione all’interno delle strutture sanitarie bolzanine dove rimangono ricoverati solo 35 pazienti. I posti letto occupati in terapia intensiva sono 3, altri 2 altoatesini si trovano ricoverati nelle cliniche austriache

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato