Contenuto sponsorizzato

Chiama la polizia per denunciare che è armato di pistola e coltello al Bosco della città

L'allarme scatta intorno alle 16 di martedì 11 dicembre, quando una telefonata segnala la presenza di un uomo armato in area "Vanezom" al Bosco della città. Una situazione pericolosa e delicata, il ragazzo in grossa difficoltà e tante persone in zona

Pubblicato il - 12 dicembre 2018 - 13:58

TRENTO. Un uomo armato di pistola e coltello al Bosco della città. L'allarme scatta intorno alle 16 di martedì 11 dicembre, quando una telefonata segnala la presenza di un uomo armato in area "Vanezom". 

 

Mentre le volanti si portano sul posto, l'operatore radio capisce che qualcosa non quadra, la voce e le parole tradiscono il ragazzo, e l'agente individua che la persona armata è proprio quella al telefono. 

 

Nel frattempo i poliziotti, giunti al Bosco della città, hanno individuato il giovane su una panchina, ma il ragazzo è risultato inavvicinabile in quanto alla vista degli agenti, inizia a minacciare le forze dell'ordine con la pistola e quindi estrae dalla tasca anche un grosso coltello a serramanico.

 

A quel punto inizia una lunga fase di trattativa su più fronti: da un lato l’operatore radio sempre in linea telefonica con il ragazzo per comprendere le ragioni del gesto, tranquillizzarlo e convincerlo a gettare le armi, e dall’altra l’equipaggio della volante pronta a entrare in azione per avvicinarsi e neutralizzarlo e in costante contatto con la sala operativa.

 

Una situazione di stallo e sul posto si sono portati altri equipaggi per isolare la zona, frequentata in quel momento da numerose persone per portare a passeggio il cane e praticare sport. Una situazione delicata e pericolosa, ma un ragazzo anche in forte difficoltà.

 

Dopo oltre un'ora di mediazione telefonica, il ragazzo si è convinto a depositare pistola e coltello, ma di farsi avvicinare solo da un unico poliziotto, dietro le rassicurazioni del caso.

 

Una volta raggiunto il ragazzo, si è potuto verificare che come l’arma fosse una pistola scacciacani, alla quale il giovane aveva tolto il tappo rosso.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 giugno - 19:46

Ci sono 5.435 casi e 466 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 685 (326 letti da Apss e 359 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,44% di test positivi. Sono 3 i nuovi casi e nessun morto legato a Covid-19 nelle ultime 24 ore

01 giugno - 18:47

Preoccupano i mesi di settembre e ottobre con l'arrivo dell'influenza ma soprattutto gli affollamenti nei luoghi al chiuso. Ferro: "E' terreno fertile per il coronavirus, riconoscerlo dall'influenza è difficile per questo abbiamo impostato una vaccinazione di massa"

01 giugno - 18:40

Il presidente della Pat ha parlato a lungo anche della questione nidi e materne tradendo un pensiero evidentemente comune nella Giunta di vedere queste strutture come dei meri parcheggi di bambini. Tutto è ricollegato al tema economico: ''Così i genitori possono tornare a lavorare''. Si torna a circolare liberamente in regione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato