Contenuto sponsorizzato

Colpita da un malore sul lago, è morta la surfista di 72 anni

Il decesso è avvenuto ieri mattina al Santa Chiara. La donna era stata colta da un malore mercoledì. La famiglia ha acconsentito alla donazione degli organi 

Pubblicato il - 29 September 2018 - 19:20

TRENTO. Non ce l'ha fatta la donna di 72 anni che giovedì scorso era stata colta da un malore sul lago di Riva del Garda mentre stava praticando surf.

 

La donna, una turista tedesca in vacanza sul Garda, insieme al marito, era stata trovata da alcuni allievi di una scuola surf con la faccia immersa nell'acqua . Sono stati loro i primi a soccorrerla e a dare l'allarme.

 

Sul posto si è portata una squadra nautica dei vigili del fuoco di Riva del Garda che hanno riportato il corpo a riva. Fin da subito le condizioni della settantaduenne si sono dimostrate gravi. L’equipe medica arrivata sul posto ha avviato le manovre di rianimazione che hanno dato esito positivo. In gravissime condizioni la donna era stata trasportata in elicottero al Santa Chiara.

 

Ieri mattina, purtroppo, il decesso. La famiglia ha dato l'ok per la donazione degli organi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 January - 05:01

L’anomalia dei tamponi molecolari: con una parità quasi perfetta dei test eseguiti (13.892 a Trento, 13.764 a Bolzano) i positivi rilevati dall’Alto Adige sono il triplo di quelli trentini dove, in 10 giorni, si dichiarano appena 567 contagi. Dai casi fantasma ai macroscopici errori dell’Iss (che dovrebbe controllare le Regioni), pare impossibile avere un quadro puntuale dell’evoluzione epidemiologica

17 January - 09:21

E' stato titolare per anni dell’osteria di vicolo Santa Maria Maddalena ed è anche stato tra i promotori del Palio delle Contrade di Trento

16 January - 19:05

L’ultimo Dpcm non vieta espressamente di trasferirsi verso le seconde case e secondo fonti del Governo questo basta per garantire la possibilità di raggiungerle, anche quelle che si trovano fuori Regione. Eppure al numero verde vengono fornite risposte contraddittorie

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato