Contenuto sponsorizzato

Colpita da un malore sul lago, è morta la surfista di 72 anni

Il decesso è avvenuto ieri mattina al Santa Chiara. La donna era stata colta da un malore mercoledì. La famiglia ha acconsentito alla donazione degli organi 

Pubblicato il - 29 settembre 2018 - 19:20

TRENTO. Non ce l'ha fatta la donna di 72 anni che giovedì scorso era stata colta da un malore sul lago di Riva del Garda mentre stava praticando surf.

 

La donna, una turista tedesca in vacanza sul Garda, insieme al marito, era stata trovata da alcuni allievi di una scuola surf con la faccia immersa nell'acqua . Sono stati loro i primi a soccorrerla e a dare l'allarme.

 

Sul posto si è portata una squadra nautica dei vigili del fuoco di Riva del Garda che hanno riportato il corpo a riva. Fin da subito le condizioni della settantaduenne si sono dimostrate gravi. L’equipe medica arrivata sul posto ha avviato le manovre di rianimazione che hanno dato esito positivo. In gravissime condizioni la donna era stata trasportata in elicottero al Santa Chiara.

 

Ieri mattina, purtroppo, il decesso. La famiglia ha dato l'ok per la donazione degli organi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 maggio - 06:01

E questa emergenza Covid-19 ha portato in luce pregi e difetti della Dad. Una professoressa: "Stabilizzarsi tramite il concorso? In Trentino sembra che non sia possibile". La sindacalista Cinzia Mazzacca: "A rischio la continuità didattica in molte scuole della nostra provincia, un docente potrebbe trasferirsi in un altro territorio"

26 maggio - 19:39

Ci sono 5.412 casi e 465 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 703 (tutti letti da Apss) per un rapporto contagi/tampone a 1,70%. Ci sono 4 nuovi positivi a Trento, 1 a Novella

26 maggio - 19:37

Per il Tirolo il problema per la riapertura dei confini è la Lombardia? La replica di Fugatti: “Non capiamo perché i tedeschi possano arrivare attraverso il corridoio austriaco ma non possano arrivare gli austriaci, questo è difficile da spiegare al mondo economico trentino”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato