Contenuto sponsorizzato

Crisi respiratoria, muore il 26enne Kevin Beltrami

Dramma a Bocenago, il giovane è stato portato immediatamente in ospedale ma i medici non sono riusciti a rianimarlo 

Pubblicato il - 02 aprile 2018 - 13:03

BOCENAGO. E' morto ieri sera all'età di 26 anni, Kevin Beltrami. Secondo le prime informazioni il giovane, di Bocenago, sarebbe stato colpito da una crisi respiratoria. Le cause della crisi sono in via di accertamento. 

 

Da qui l'allarme e il trasporto del giovane all'ospedale di Tione dove però i medici non sono riusciti a rianimarlo.

 

Kevin era un ragazzo molto conosciuto, lavorava a Pinzolo in una pasticceria e in estate lavora presso la Cooperativa lavoro, dove la sua mansione era quella di addetto al decoro urbano e ripristino ambientale.

 

Mi mancherai! Sei stato un compagno un amico un aiutante sei e resterai X sempre il migliore! Fai buon viaggio”, questo uno dei messaggi lasciati su facebook da parte dei sei suoi amici.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 13:11

L'Austria vuole tenere aperti gli impianti, mentre in Svizzera si scia già. L'epidemiologo Lopalco a Piazza Pulita si è confrontato con Corona e ha spiegato: "Un centinaio di persone ammassate vicino ad un impianto di risalita rappresentano la condizione perfetta per la trasmissione del virus. Vale più la salute o l’economia?"

27 novembre - 15:45

Il presidente del Veneto Luca Zaia, nel presentare i dati sulla situazione Coronavirus in regione, ha annunciato una nuova ordinanza in vigore da sabato 28 novembre. I medi e grandi negozi potranno tenere aperto sabato, a patto che rispettino delle norme sulla capienza. Sono 1842, invece, i casi di positività registrati nelle ultime 24 ore

27 novembre - 14:56

Rispetto all'articolo pubblicato questa mattina il dato aggiornato dai grafici del ministero ha fatto aumentare ancora di più il gap con tutti gli altri territori con un rapporto di ricoveri per positivi in Trentino al 19,5% contro la ''peggiore'' d'Italia, la Valle d'Aosta che è solo al 9%. Interrogazione del Patt in consiglio 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato