Contenuto sponsorizzato

Dopo l'incidente finisce in ospedale e dalle radiografie si scopre che trasporta ovuli di droga nell'intestino

Dopo l'incidente, la denuncia, nei guai un 26enne. I Carabinieri sono stati subito avvisati e l'equivalente di mezzo etto di hashish è stato espulso e poi sequestrato

Pubblicato il - 28 marzo 2018 - 18:11

ROVERETO. Fa un incidente, finisce in ospedale, gli fanno le radiografie e scoprono che trasporta ovuli di droga nell'intestino. E alla fine la denuncia alla Procura della Repubblica. Peggio di così non poteva andare al 26enne di Padova che domenica scorda si è schiantato con la macchina contro un albero in corso Rosmini.

 

Anzi, peggio poteva andare se gli ovuli con mezzo etto di hashish si fossero rotti nell'impatto, Ma così non è stato: nell'incidente avvenuto nel tardo pomeriggio sull'automobile viaggiavano in quattro, lui era seduto dietro. L'autista ha centrato il fusto della pianta, illesi i viaggiatori sui sedili anteriori ma qualche botta per quelli seduti su quello posteriore. 

 

E' finito all'ospedale e in pronto soccorso la scoperta. Quando il medico ha visionato le radiografie ha visto cinque ovuli nel tratto intestinale. Gli ovuli sono stati sequestrati dopo che il ragazzo li ha espulsi davanti agli occhi dei Carabinieri, subito avvisati dai sanitari.

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 05:01

Dallapiccola: “Il Trentino può essere un territorio all’avanguardia nella gestione dei grandi carnivori, eppure la Giunta continua ad evitare di affrontare il problema esasperando la situazione fra allevatori e ambientalisti”. Sono tante le soluzioni che possono essere adottate per la prevenzione dei danni da grandi carnivori ma tra il 2018 e il 2019 la Pat ha realizzato meno opere e investito meno soldi

15 luglio - 19:17

Il presidente Renato Villotti: " Purtroppo quando uno è debole e disperato tutto gli va bene pur di non morire. E la criminalità si presenta con soldi contanti pronti per essere usati”. Per Confesercenti tra gli interventi utili a superare questa crisi che sta sconvolgendo bar e ristoranti vi è il blocco dello smart working

15 luglio - 17:36
Il totale sul territorio resta così a 5.503 casi e 470 morti da inizio epidemia. Sono stati analizzati 1.138 tamponi. Il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, ha firmato una nuova ordinanza che introduce alcune novità nella gestione delle misure di sicurezza per fronteggiare Covid-19
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato