Contenuto sponsorizzato

Dopo l'incidente finisce in ospedale e dalle radiografie si scopre che trasporta ovuli di droga nell'intestino

Dopo l'incidente, la denuncia, nei guai un 26enne. I Carabinieri sono stati subito avvisati e l'equivalente di mezzo etto di hashish è stato espulso e poi sequestrato

Pubblicato il - 28 marzo 2018 - 18:11

ROVERETO. Fa un incidente, finisce in ospedale, gli fanno le radiografie e scoprono che trasporta ovuli di droga nell'intestino. E alla fine la denuncia alla Procura della Repubblica. Peggio di così non poteva andare al 26enne di Padova che domenica scorda si è schiantato con la macchina contro un albero in corso Rosmini.

 

Anzi, peggio poteva andare se gli ovuli con mezzo etto di hashish si fossero rotti nell'impatto, Ma così non è stato: nell'incidente avvenuto nel tardo pomeriggio sull'automobile viaggiavano in quattro, lui era seduto dietro. L'autista ha centrato il fusto della pianta, illesi i viaggiatori sui sedili anteriori ma qualche botta per quelli seduti su quello posteriore. 

 

E' finito all'ospedale e in pronto soccorso la scoperta. Quando il medico ha visionato le radiografie ha visto cinque ovuli nel tratto intestinale. Gli ovuli sono stati sequestrati dopo che il ragazzo li ha espulsi davanti agli occhi dei Carabinieri, subito avvisati dai sanitari.

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 12:52

Il consigliere del Movimento 5 Stelle deposita un'interrogazione molto impattante costruita, spiega nello stesso testo, ''su fonti autorevolissime''. E poi chiede anche se la Pat abbia intenzione fare denuncia e avviare un'indagine dopo che è stata data conferma di quanto aveva scoperto il Dolomiti: che il lupo ripescato nell'Avisio aveva zampe e testa recisa

21 novembre - 18:19

Una prima analisi dell'amministrazione comunale ha permesso di censire circa 191 seconde case a fronte di 993 abitanti. Zanetti: "Un numero significativo che già preannunciava una partenza interessante per il progetto. Speriamo di rafforzare le adesioni nel prossimo futuro" 

22 novembre - 15:30

La popolazione è quindi ancora invitata a ridurre gli spostamenti e, in ogni caso, a porre particolare attenzione alle condizioni dei luoghi percorsi. Eventuali situazioni di emergenza andranno comunicate al numero 112

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato