Contenuto sponsorizzato

Dr Schär sbarca in Trentino con la produzione della la propria linea di alimenti gluten free

Il taglio  del nastro è previsto per domani, venerdì 6 aprile, alle 17.30. Lo stabilimento sorgerà nella sede del Business Innovation Centre di Trentino Sviluppo

Di Ilenia Morreale - 05 aprile 2018 - 20:50

BORGO VALSUGANA. Oltre 3 mila metri quadrati nel complesso del Business Innovation Centre di Trentino Sviluppo dedicati al gluten free. Arriva a Borgo Valsugana il nuovo stabilimento del colosso altoatesino e leader europeo degli alimenti per celiaci Dr Schär.

 

Dr Schär ha scelto il Trentino per incrementare la propria produzione di alimenti senza glutine aprendo il loro terzo stabilimento in Italia dedicato alla produzione di pane e altri alimenti adatti alle persone intolleranti al glutine a Borgo Valsugana.

 

Il taglio  del nastro è previsto per domani, venerdì 6 aprile, alle 17.30, mentre l’inaugurazione vera e propria inizierà alle 16 a Borgo nello stabile della sede del Business Innovation Centre di Trentino Sviluppo. Al momento inaugurale  parteciperanno il fondatore di Dr Schär Ulrich Ladurner, il vicepresidente della Provincia Alessandro Olivi, il sindaco di Borgo Valsugana Fabio Dalledonne.

 

Saranno presenti anche Peter Hinter, Executive Director Operations Dr Schär e Alberto Contessotto, direttore di stabilimento Gourmet Italia Dr Schär.  Nel corso della festa sono previste visite guidate allo stabilimento e momenti di degustazione a cui potranno partecipare la comunità e i collaboratori.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 12:52

Il consigliere del Movimento 5 Stelle deposita un'interrogazione molto impattante costruita, spiega nello stesso testo, ''su fonti autorevolissime''. E poi chiede anche se la Pat abbia intenzione fare denuncia e avviare un'indagine dopo che è stata data conferma di quanto aveva scoperto il Dolomiti: che il lupo ripescato nell'Avisio aveva zampe e testa recisa

21 novembre - 18:19

Una prima analisi dell'amministrazione comunale ha permesso di censire circa 191 seconde case a fronte di 993 abitanti. Zanetti: "Un numero significativo che già preannunciava una partenza interessante per il progetto. Speriamo di rafforzare le adesioni nel prossimo futuro" 

22 novembre - 15:30

La popolazione è quindi ancora invitata a ridurre gli spostamenti e, in ogni caso, a porre particolare attenzione alle condizioni dei luoghi percorsi. Eventuali situazioni di emergenza andranno comunicate al numero 112

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato