Contenuto sponsorizzato

E' morto Dario Pegoretti, uno tra i più famosi telaisti italiani

Pegoretti si è sentito male ieri sera. Molti vip, anche stranieri, pedalano su una due ruote costruita dall'artigiano trentino

Pubblicato il - 24 agosto 2018 - 08:58

CALDONAZZO. Si è spento ieri sera, all'età di 62 anni, Dario Pegoretti, il re dei telai. La notizia della sua morte è arrivata in tarda serata e si è poi diffusa in tutto il mondo.

 

Pegoretti nella sua vita ha costruito bici per i più grandi campioni e non solo. Si tratta di modelli esclusivi, caratterizzati dall’uso dell’acciaio o, in alternativa, dell’alluminio. Ad avere telai firmati Pegoretti c'è anche il premio Oscar Robin Williams. Veri e propri pezzi d'arte attraverso i quali è riuscito ad ottenere i massimi riconoscimenti mondiali in materia di telaismo.

 

Una tappa molto importante, nella carriera del “re dei telai”, risale ai primissimi anni Novanta con la fondazione dell’azienda “Pegoretti Dario Biciclette Professionali”.

 

Negli ultimi anni Dario aveva focalizzato la propria attenzione sotto il profilo artistico colorando i propri telai ma anche altri elementi delle biciclette.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 febbraio - 19:20

La situazione si complica in Val di Cembra dove i contagi continuano a salire, soprattutto a Palù dove il 14 è coinciso con la ricorrenza del patrono. Si contano 79 nuovi casi a Trento e poi seguono Pergine, Arco, Lavis, Rovereto e Levico Terme 

28 febbraio - 20:11

Nel Comune di Giovo il rapporto contagi/residenti ha raggiunto il 3,3%, il sindaco non esclude l’entrata in vigore di misure più restrittive: Ci sono intere famiglie coinvolte, dove sia i genitori che i figli sono risultati positivi, forse ci sono un po’ meno anziani rispetto alle altre fasce d’età”

28 febbraio - 15:55

Il rapporto è doppio rispetto al livello medio nazionale e anche oggi si registrano 329 nuovi casi di cui 80 tra giovani in età scolare. In un giorno messe in quarantena ben 18 classi (venerdì erano 35 ieri 53)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato