Contenuto sponsorizzato

Elezioni: Boschi accolta a Salorno, grande partecipazione al carnevale

La candidata nel collegio di Bolzano torna in Alto Adige. Programma "soft" con la visita a un'associazione culturale di Bolzano e al Perkeo, la mascherata più famosa della Bassa Atesina

Foto Instagram mariaelenaboschi_official
Di Cinzia Patruno - 10 febbraio 2018 - 18:53

SALORNO. Una campagna elettorale attiva, quella di Maria Elena Boschi in Alto Adige. Dopo varie visite in regione, l'ex ministra e candidata del Pd nel collegio di Bolzano non si è fatta mancare i festeggiamenti dedicati al carnevale, un'occorrenza piuttosto sentita in Bassa Atesina

 

Così non poteva mancare una scappata al carnevale più pazzo, l'attesissimo Perkeo di Salorno, che si è ritagliato un posto speciale nella tradizione carnevalesca altoatesina per la grande partecipazione da parte di tutto il paese e la sontuosa sfilata in maschera organizzata con grande attenzione dall'associazione la "Perkeos Maschggra".

 

E se il nome "Perkeo" ha origine dall'impossibilità di pronunciare correttamente "Perché no?" ad un'offerta di natura alcolica, perché tirarsi indietro? Quale migliore occasione per incontrare buona parte dell'elettorato, se non la sfilata del Perkeo il sabato di carnevale? Nel pomeriggio, Boschi ha potuto incontrare il sindaco di Salorno Roland Lazzeri e il suo vice Ivan Cortella; dopodiché si è addentrata nel centro storico di Salorno per buttare un occhio sulla sfilata e sulla popolazione in festa. Non poteva chiaramente mancare l'incontro tra la candidata Pd e il vero protagonista del carnevale di Salorno: il nano giullare Perkeo, attorno alla cui leggenda ruotano tutti i festeggiamenti.

Maria Elena Boschi in visita a Salorno: si festeggia al Perkeo
Foto Instagram mariaelenaboschi_official
Foto Instagram mariaelenaboschi_official
Foto Instagram mariaelenaboschi_official
Foto Instagram mariaelenaboschi_official
Foto Instagram mariaelenaboschi_official

 

Si narra che Perkeo, un nano nato proprio a Salorno nei primissimi anni del Settecento, si fosse guadagnato il ruolo di giullare alla corte di Heidelberg. La sua fama era decisamente "alcolica": beveva oltre venti litri di vino al giorno (probabilmente la sua sete era dovuta a una strana forma di diabete). La leggenda racconta che Perkeo morì dopo aver bevuto un bicchier d'acqua, come aveva ordinato il medico. Qui trae forse ispirazione la tanta sete dei partecipanti alle feste carnevalesche in regione, con epiloghi talvolta poco dignitosi (come vi abbiamo raccontato qui). Ma un po' di festa prima del fatidico 4 marzo di certo non guasta. 

 

Prima di festeggiare con i salorneri, la sottosegretaria ha trascorso la mattinata a Bolzano visitando, in compagnia del candidato al Senato nello stesso collegio Gianclaudio Bressa, il Club Rodigino, un'associazione artistica, culturale e ricreativa. Boschi ha promesso che nella prossima visita in regione visiterà la mostra "Eusart" alla Galleria Civica di Bolzano.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 04:01

Mentre dal 15 al 25 novembre i positivi comunicati da Fugatti e Segnana ai trentini sono passati da 3.099 a 2.461 quelli veri a Trento città sono passati da 2.240 a 2.500 e mentre il livello di contagio pare stabile i dati comunicati dalla Pat fanno salire enormemente il gap con tutti gli altri territori nel rapporto tra positivi e ricoveri, decessi e terapie intensive (dati, questi, che non si possono interpretare) e anche l'ex rettore Bassi conferma: ''Con impegno e costanza degni di miglior causa, il Trentino è riuscito a emergere nel panorama nazionale come una anomalia sempre più evidente''

26 novembre - 20:38

Sono 460 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 297 positivi a fronte dell'analisi di 4.323 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

26 novembre - 19:51

Mentre i contagiati comunicati da Fugatti e Segnana sono in costante calo, superati quasi ogni giorno dai guariti, il dato completo che comprende anche gli antigenici è meno rassicurante

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato