Contenuto sponsorizzato

Fermate due persone per il colpo al bancomat. I carabinieri sulle tracce di un terzo uomo in fuga nei boschi

La scorsa notte il colpo allo sportello della filiale della cassa Rurale della Val di Non. Subito predisposti i posti di blocco. In mattinata il fermo dei due e le ricerche continuano per il complice

Pubblicato il - 12 ottobre 2018 - 13:23

CLES. Già fermate due persone per il colpo di questa notte alla Cassa Rurale della Val di Non. I carabinieri di Cles, che subito dopo l'esplosione del bancomat della filiale di Vigo di Ton hanno predisposto posti di blocco lungo le principali arterie, sarebbero sulle tracce anche del terzo uomo, fuggito nei boschi per far perdere le sue tracce.

 

Dal bancomat, che è stato divelto verso le 3 del mattino, sono stati prelevati 30 mila euro. L'allarme ha subito attivato l'intervento dei militari che hanno immediatamente presidiato a sud la Rocchetta e a nord le strade che salgono la valle. Le indagini sono ancora in corso e nelle prossime ore si avranno maggiori dettagli.

 

Le persone fermate, più il terzo in fuga, potrebbero essere coinvolte anche negli altri colpi messi a segno nelle scorse settimane sempre con lo stesso metodo, attraverso le incursioni sugli sportelli esterni di filiali di piccoli paesi trentini. 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 dicembre 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 05:01

Firmato un protocollo con l'Istituto Trentino di Edilizia Abitativa per il controllo delle condizioni economiche dei soggetti che richiedono interventi agevolativi per le politiche abitative. L'assessora Segnana: "Il lavoro delle fiamme gialle è garanzia per tutti i cittadini"

12 dicembre - 19:09

Dalla Francia la conferma dell'aggravarsi della salute del reporter. L'intervento per estrarre il proiettile risulterebbe non eseguibile. Il prete: ''Siamo vicini ai suoi cari. Quest'odio deve finire"

12 dicembre - 17:30

La capogruppo in consiglio della Lega interviene sulla necessità di realizzare l'infrastruttura e spiegare quale sarà l'iter da seguire: ''L’obiettivo della Lega e della giunta Fugatti è di uscire dall'impasse infrastrutturale degli ultimi 15 anni di autonomia mal governata dal centro sinistra autonomista''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato