Contenuto sponsorizzato

Figlia uccisa a Vienna, il padre evade dal carcere di Bolzano

L'uomo si trovava alla casa circondariale per favoreggiamento all'immigrazione clandestina. Non si segue solo la pista della vendetta, il detenuto potrebbe cercare di rientrare nel paese d'origine

Pubblicato il - 27 giugno 2018 - 16:41

BOLZANO. La figlia di 7 anni è stata brutalmente uccisa a Vienna. Arrivato a conoscenza del fatto, un uomo è evaso dal carcere di Bolzano, dove si trovava in detenzione per favoreggiamento all'immigrazione clandestina.

 

Ora il timore dei parenti del presunto assassino, un ragazzo di 16 anni, è quello della vendetta. Entrambe le famiglie, quella della vittima e anche quella del presunto assassino, sono di origine cecena.

La bambina era sparita l'11 maggio scorso al parco giochi del condominio nel quale viveva, mentre il cadavere è stato trovato nel container dei rifiuti avvolto nel nylon il giorno dopo. 

 

Nei giorni scorsi il padre della bimba non è rientrato da un permesso nel carcere a Bolzano.

 

Le forze dell'ordine non seguono esclusivamente la pista della vendetta: l'uomo potrebbe cercare di tornare nel suo paese d'origine.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 01:29

Se il Pd è il primo partito, la lista di Ianeselli è il secondo nel blocco del centrosinistra autonomista a quota 7,94%, tallonato dal Patt e poi da Futura. Nel centrodestra fa due consiglieri Fratelli d'Italia e tre la lista Trento Unita Merler Sindaco. La Lega piazza 5 esponenti

22 settembre - 20:12

Sono 13 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.355 i guariti da inizio emergenza e 558 gli attuali positivi

22 settembre - 18:37

Al terzo posto Marcello Carli, deludente per l'impegno profuso in campagna elettorale ma fermatosi di poco sopra il 5%. Un dato, comunque che doppia il Movimento 5 Stelle di Carmen Martini, intorno al 2,5% (cinque anni fa l'M5S aveva ottenuto l'8%) e anche Onda Civica di Filippo Degasperi che supera di poco gli ex colleghi di partito

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato