Contenuto sponsorizzato

Figlia uccisa a Vienna, il padre evade dal carcere di Bolzano

L'uomo si trovava alla casa circondariale per favoreggiamento all'immigrazione clandestina. Non si segue solo la pista della vendetta, il detenuto potrebbe cercare di rientrare nel paese d'origine

Pubblicato il - 27 giugno 2018 - 16:41

BOLZANO. La figlia di 7 anni è stata brutalmente uccisa a Vienna. Arrivato a conoscenza del fatto, un uomo è evaso dal carcere di Bolzano, dove si trovava in detenzione per favoreggiamento all'immigrazione clandestina.

 

Ora il timore dei parenti del presunto assassino, un ragazzo di 16 anni, è quello della vendetta. Entrambe le famiglie, quella della vittima e anche quella del presunto assassino, sono di origine cecena.

La bambina era sparita l'11 maggio scorso al parco giochi del condominio nel quale viveva, mentre il cadavere è stato trovato nel container dei rifiuti avvolto nel nylon il giorno dopo. 

 

Nei giorni scorsi il padre della bimba non è rientrato da un permesso nel carcere a Bolzano.

 

Le forze dell'ordine non seguono esclusivamente la pista della vendetta: l'uomo potrebbe cercare di tornare nel suo paese d'origine.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 18:58

Per Cgil, Cisl e Uil il ridimensionamento del bilancio di Agenzia del Lavoro si tradurrà in un contenimento della spesa per la formazione e la riqualificazione professionale, blocco agli incentivi alle assunzioni stabili per i disoccupati deboli, azzeramento della staffetta occupazionale, stop al reddito di attivazione. Il tutto mentre si investono 8 milioni in strategie di welfare che saranno superate dal governo nazionale

13 dicembre - 19:15

La specie in provincia è diffusa soprattutto in Valsugana. La Fem: ''E' molto resistente perché capace di creare delle nicchie ad altitudini sensibilmente maggiori rispetto alla zanzara tigre. L'estate scorsa abbiamo rilevato un caso davvero particolare, seppure isolato: la presenza di una colonia addirittura ad una altitudine di 1.500 metri''

13 dicembre - 17:52

Il gatto pare sia di casa Rifugio Predaia e dopo che gli escursionisti che lo hanno incontrato hanno postato delle foto su Facebook, in breve tempo, la storia di “Scòdega” è diventata virale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato