Contenuto sponsorizzato

Finiscono nel canalone a 2 mila metri di quota, Soccorso Alpino e Aiut Alpin recuperano tre alpinisti berlinesi sulle Dolomiti

Scivolati per 50 metri, impossibilitati a rimettersi sulla via, sono stati tratti in salvo dall'elicottero e portati illesi al rifugio Roda di Vael dove hanno trascorso la notte

Pubblicato il - 12 June 2018 - 09:04

VIGO DI FASSA. L'allarme è stato lanciato poco dopo le 22 di ieri sera dagli stessi alpinisti che non riuscivano più a immettersi sul sentiero, scivolati per 50 metri in un canalone ancora coperto di neve.

 

E' dovuto intervenire il Soccorso Alpino dell'Area operativa Trentino Settentrionale, i vigili del fuoco volontari di zona, che con l'elicottero dell'Aiut Alpin dotato di visori notturni è riuscito a individuare gli escursionisti per poi verricellarli a bordo.

 

E' successo nel Gruppo del Catinaccio, sulle Dolomiti, nella zona di Sella del Campaz a più di 2 mila metri di quota.

 

I tre giovani, due uomini e una donna provenienti da Berlino, avevano già percorso la via ferrata e, per dinamiche ancora da chiarire, sono finiti nel canalone.

 

Impossibilitati a muoversi, forse dopo numerosi tentativi per raggiungere il sentiero, o per la difficile ricezione del telefono, hanno chiesto aiuto soltanto a sera inoltrata.

 

Recuperati illesi, sono stati portati al rifugio Roda di Vael dove hanno trascorso la notte.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 February - 20:08

Sono 211 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 38 pazienti sono in terapia intensiva. Oggi 1 decesso. Sono 87 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

26 February - 18:14

Il dirigente dell'Azienda Sanitaria Pier Paolo Benetollo ha spiegato che ad oggi "Il numero di varianti che stiamo trovando è limitato''. Sono in totale quattro le mutazioni inglesi registrate fino ad oggi in Trentino 

26 February - 18:02

Adesso si parte con la fase successiva. Il virologo del Cibio, Massimo Pizzato: "La prossima settimana prevediamo di proseguire con lo studio. Un migliaio di analisi in parallelo ai tamponi molecolari per verificare la sensibilità dei test salivari. Poi si parte a regime, questo step dovrebbe iniziare a metà marzo"

 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato