Contenuto sponsorizzato

Gravissimo incendio alla lavanderia Bolognini

Le fiamme si vedono a diversi chilometri di distanza. Sul posto i vigili del fuoco di Bressanone e altri corpi per cercare di contenere le fiamme 

Pubblicato il - 10 maggio 2018 - 23:06

BRESSANONE. Un incendio di grandi dimensioni  è scoppiato alla lavanderia Bolognini a Bressanone. Le fiamme, proprio in questo momento, stanno avvolgendo l’intera struttura.

 

Si tratta di una delle aziende storiche dell’Alto Adige da oltre 65 anni nel settore del noleggio e del lavaggio della biancheria per alberghi, ristoranti e comunità.

Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Bressanone assieme con il corpo di Varna, di Rio Pusteria e altri che stanno arrivando sul posto con autobotti e autoscale. Presenti anche alcune ambulanze. 

 

In zona si sono avvertite alcune esplosioni e le fiamme che avvolgono la struttura si vedono da diversi chilometri di distanza. Dall’area interessata si sta sprigionando un fumo intenso.  Non si conoscono al momento le cause dell’incendio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 05:01
L'Azienda provinciale per i servizi sanitari ha deliberato l'acquisto di 91 mila test rapidi a 409.500 euro, ma in Trentino la volontà sempre quella di puntare principalmente sui tamponi: "I test rapidi sono utili per controllare un elevato numero di persone e conseguentemente evitare chiusure di attività quali scuole e imprese. Sono armi importanti per scongiurare un eventuale ritorno al lockdown"
20 settembre - 09:06

Ogni elettore potrà votare nel proprio seggio, indicato sulla tessera elettorale personale oggi dalle ore 7 alle 23 e lunedì dalle 7 alle 15

19 settembre - 20:24

Le associazioni ambientaliste intervengono dopo il falso attacco ai due forestali: “Strano che Fugatti ne abbia parlato solo dopo le due sentenze del Tar. L’attuale non gestione dei grandi carnivori ha rimosso tutta la corretta informazione, spingendo invece su quella denigratoria”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato