Contenuto sponsorizzato

Il bonus bebè anche alle mamme straniere, il giudice accoglie il ricorso: ''Basta il permesso di soggiorno''

Il patronato Inca Cgil si era rivolto al giudice contestando la circolare dell'Inps. Il giudice si rifà a una sentenza della Corte di Appello di Milano e spiega: ''Atto discriminatorio''

Pubblicato il - 15 November 2018 - 10:38

ROVERETO. Il bonus bebè spetta anche alle straniere, non serve la cittadinanza italiana e basta il permesso di soggiorno. E attenzione, perché se non viene riconosciuto viene contestata la discriminazione. Questo lo ha deciso il giudice Michele Cuccaro nella sentenza contro l'Inps emessa ieri.

 

Il riconoscimento economico, previsto nella legge di bilancio del 2017 per le nuove nascite, spetta a tutte le famiglie. Il giudice ha accolto il ricorso presentato dal patronato Inca Cgil Trentino per due madri straniere a cui nel 2017 era stata respinta la richiesta di beneficio dall'Inps provinciale.

 

Il Tribunale di Rovereto ha richiamato la sentenza del maggio 2017 della Corte d'Appello di Milano che ha dichiarato discriminatoria la circolare nazionale dell'Inps per il riconoscimento del 'Bonus mamma domani' ai soli stranieri in possesso di carta di soggiorno e di conseguenza ha ritenuto legittime le domande delle due mamme straniere.
   

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 January - 05:01

L’anomalia dei tamponi molecolari: con una parità quasi perfetta dei test eseguiti (13.892 a Trento, 13.764 a Bolzano) i positivi rilevati dall’Alto Adige sono il triplo di quelli trentini dove, in 10 giorni, si dichiarano appena 567 contagi. Dai casi fantasma ai macroscopici errori dell’Iss (che dovrebbe controllare le Regioni), pare impossibile avere un quadro puntuale dell’evoluzione epidemiologica

17 January - 09:25

Furioso incendio nella prima serata di sabato 16 gennaio a Cembra. Le fiamme hanno avvolto un vecchio edificio nel cuore del paese, rischiando di coinvolgere anche altre abitazioni. Evacuate due famiglie che abitano ai piani bassi. Decisivo e massiccio l'intervento dei vigili del fuoco

16 January - 19:05

L’ultimo Dpcm non vieta espressamente di trasferirsi verso le seconde case e secondo fonti del Governo questo basta per garantire la possibilità di raggiungerle, anche quelle che si trovano fuori Regione. Eppure al numero verde vengono fornite risposte contraddittorie

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato