Contenuto sponsorizzato

Il corpo scheltrificato di un uomo trovato nel bellunese

Gli animali selvatici e il freddo gelido di questi giorni lo hanno reso irriconoscibile. Il corpo si trovava vicino a una roulotte 

Pubblicato il - 19 dicembre 2018 - 20:08

BELLUNO. E' stato trovato parzialmente scheletrificato, con segni di morsi ricollegabili ad animali selvatici. Il corpo di un uomo senza vita dall'identità ancora sconosciuta è stato rinvenuto nel bellunese nella zona di Levego. Ne dà notizia Bellunopress.it che spiega come le prime ipotesi farebbero riferimento alla possibilità che si tratti di una persona che frequentava la locale Caritas

 

Infatti proprio il locale organismo pastorale della Cei per la promozione della carità aveva segnalato la scomparsa di una persona seguita dalla struttura di quasi 70 anni. L'uomo da circa sei giorni non si faceva vedere e non aveva dato più notizie di sé. Si tratterebbe di un senza fissa dimora, che soggiornava nella zona di Levego e utilizzava una roulotte, situata poco lontana dal fiume Piave, per dormire.

 

Dopo che l'uomo da qualche giorno non veniva più visto nella locale sede della Caritas ed è scattato l'allarme. I carabinieri si sono recati sul posto e proprio vicino alla roulotte hanno fatto la macabra scoperta. Al momento non c'è la certezza che si tratti di lui perché il corpo, quando è stato trovato, era in pessime condizioni, per i morsi degli animali selvatici e il freddo gelido di questi giorni. I carabinieri stanno indagando e al momento sembrerebbe da escludersi ogni pista violenta.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 04:01

È stato lo stesso Fugatti ad ammettere “che non è esclusa l’impugnazione del Governo” e ancora una volta il Trentino ha scelto la via più facile, ma meno sicura, per arrivare allo scontro con il Governo. Se per impugnare l’ordinanza dell’Alto Adige (appoggiata da una legge) servirebbe un lungo e complicato ricorso, per disinnescare quella trentina basta una pronuncia del Tar

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato