Contenuto sponsorizzato

Il parco invaso dalle mucche in pascolo, tanta curiosità a Cavalese

Il parco della Pieve è una zona molto verdeggiante inserita nell'abitato di Cavalese. Una possibilità sancita dall'antica concessione della Magnifica comunità di Fiemme

Foto di Jenny Maghella
Pubblicato il - 16 maggio 2018 - 13:50

CAVALESE. A Cavalese le mucche si impossessano del parco pascolare nell'area verde del paese.

 

Il parco della Pieve è una zona molto verdeggiante inserita nell'abitato di Cavalese.

 

E' un'area arricchita da alberi di tiglio secolari, questo parco è sempre stata il fulcro sociale, economico e religioso della Valle di Fiemme.

 

Nel parco della pieve, noto per il banco della reson, si trova anche la pieve di Santa Maria Assunta, il santuario dei Sette Dolori della Beata Vergine Maria e il vecchio cimitero.

 

Non è raro trovare le mucche in pascolo al parco, in quanto questa possibilità è sancita dall'antica concessione della Magnifica comunità di Fiemme, proprietaria di questo spazio verde.

 

Questi animali, il cui numero varia quotidianamente e che destano sempre curiosità restano a zonzo nel parco, in attesa dell'alpeggio, quando gli allevatori le spostano in quota.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 05:01

La prorettrice di Unitn Barbara Poggio: “Le ricerche dimostrano che aumentare i servizi e ridurre i costi degli stessi funzionano meglio degli aiuti economici diretti”. La misura non piace nemmeno ai sindacati: “Le persone decidono di farsi una famiglia se hanno un buon lavoro non per delle vaghe promesse propagandistiche”

14 dicembre - 20:09

Per la Lega abolizione della caccia Lombardia attribuire la responsabilità (se di responsabilità si parla) dell'accaduto all'ungulato è sbagliato. Come sbagliate sono le strategie di contenimento di questi animali: ''Non a caso in oltre trent’anni di gestione del problema da parte dei cacciatori, questa specie in Italia è aumentata in maniera esponenziale''

14 dicembre - 19:05

Il 14 dicembre dello scorso anno Antonio Megalizzi 29 anni, giornalista, è stato ucciso da un proiettile esploso a Strasburgo, tre giorni prima, in un mercatino di Natale, da un terrorista. Oggi tante iniziative per ricordarlo. In radio una maratona per Antonio e l'amico Bartosz

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato