Contenuto sponsorizzato

Incendio alla Pisoni, ci sono due milioni di danni. Le fiamme hanno distrutto il capannone

I vigili del fuoco hanno lavorato senza sosta. Sulle cause si fa strada l'ipotesi di un cortocircuito elettrico

Pubblicato il - 11 agosto 2018 - 09:17

SARCHE. L'odore di bruciato e danni per 2 milioni di euro. Questo è quello che è rimasto del tremendo incendio che ha distrutto il capannone della ditta “Pisoni”.

 

L'incendio è scoppiato nella tarda serata di giovedì e le fiamme in poco tempo hanno avvolto l'intero stabile distruggendolo quasi completamente. Il titolare, Oreste Pisoni, accortosi di quello che stava accadendo dalla propria abitazione ha subito dato l'allarme e sul posto si sono portati immediatamente i vigili del fuoco volontari che si sono messi subito al lavoro utilizzando schiuma e molta acqua tanto da svuotare i serbatoi di accumulo del paese di Sarche.

 

Il capannone era stato costruito una decina di anni fa e l'incendio ha ingoiato qualsiasi cosa. Le cause del violento incendio non sono ancora certe ma si fa strada l'ipotesi che le fiamme siano nate da una scintilla derivante dal malfunzionamento di un impianto elettrico.

Quello che resta dopo l'incendio di questa notte alla Pisoni

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione dell'8 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
09 agosto - 00:18
Il segretario politico del Patt, Simone Marchiori, dopo il vertice degli autonomisti: "L'uscita di Azione dalla coalizione modifica gli equilibri e [...]
Politica
08 agosto - 20:07
Presente al Palazzo della Provincia la ministra per le disabilità in occasione della presentazione del progetto "Trentino per tutti" che [...]
Cronaca
08 agosto - 19:12
La Pat comunica che, in seguito al sopralluogo dei tecnici, anche gli ultimi 5 evacuati sono stati fatti rientrare a casa a Muncion (frazione di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato