Contenuto sponsorizzato

L'auto salva il paese da ulteriori allagamenti, la frana colpisce la vettura e si forma una diga ''naturale''

Una diga improvvisata e la frazione Piccoli di Lavarone evita un allagamento. Un'auto non è riuscita a evitare la frana del materiale ed è rimasta coinvolta in un incidente. Il caso ha voluto che proprio questo evento formasse una diga "naturale" che ha permesso all'acqua di defluire nel bosco

Di Luca Andreazza - 29 ottobre 2018 - 13:15

LAVARONE. Una diga improvvisata e la frazione Piccoli di Lavarone evita un allagamento. A causa delle intense precipitazioni si è verificato uno smottamento lungo la strada che conduce al paese.

 

Un'auto non è riuscita a evitare la frana del materiale ed è rimasta coinvolta in un incidente. Il caso ha voluto che proprio questo evento formasse una diga "naturale" che ha permesso all'acqua di defluire nel bosco e tagliare fuori la frazione da ulteriori possibili allagamenti.


Nel frattempo i vigili del fuoco di Lavarone e le forze dell'ordine sono pienamente operative per garantire la massima sicurezza e gestire l'emergenza. In queste ore è stata liberata la galleria della cascata, sempre in frazione Piccoli, ostruita da due massi e sono diversi gli interventi per allagamenti tra condomini, ristoranti e strutture ricettive.

 

Le forti precipitazioni hanno spinto i torrenti a tracimare e ogni discesa si è trasformata a sua volta in un piccolo fiumiciattolo. Risultato: strade completamente allagate, fango e detriti spostati ovunque, fondoscale e piani terra riempiti d'acqua. 

 

I campi sportivi sono completamente allagati, il parco Palù è sott'acqua e anche il lago di Lavarone è uscito dal suo normale perimetro invadendo le aree limitrofe.

 

E poi ci sono i privati che stanno subendo molti danni. Proprio a questo proposito il Comune di Lavarone invita la popolazione a "documentare con foto la situazione. Nel caso, come richiesto, la Provincia ci riconosca lo stato di emergenza - comunica l'amministrazione - sarà possibile chiedere un contributo per i danni ricevuti''. 

 

L'amministrazione invita i cittadini a non servirsi dell'acqua dei rubinetti, che esce molto sporca e terrosa. Una situazione simile a Folgaria, ma anche a Caldonazzo. (Qui articolo). 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 dicembre - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 dicembre - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

02 dicembre - 18:25

Il presidente ha annunciato il nuovo documento che dal 3 dicembre cambia le cose e permette nuove libertà per i cittadini. Saltano tutte le restrizioni in più rispetto alla ''normale'' zona gialla. Ecco cosa cambia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato