Contenuto sponsorizzato

Lesioni a una gamba per un carabiniere e insulti per altri militari durante dei controlli

I fatti si sono svolti lunedì sera a Trento in due diverse operazioni d'identificazione

Pubblicato il - 11 settembre 2018 - 20:53

TRENTO. Insulti e botte per dei carabinieri in due diverse operazioni. E' successo lunedì sera a dei militari dell'Arma durante delle operazioni di controllo effettuate a Trento. Protagonisti delle azioni di resistenza due persone straniere.

 

Un 25enne romeno è stato fermato dai carabinieri per un'identificazione ma questo da subito ha opposto resistenza. Al tentativo di insistere dei militari si è scagliato contro di loro e nella colluttazione uno dei carabinieri ha riportato delle lesioni poi risultate guaribili in pochi giorni.

 

In un secondo caso un 34enne marocchino alla vista dei militari ha dapprima tentato la fuga e poi, una volta raggiunto ha prima opposto resistenza, poi ha insultato i carabinieri e infine si è rifiutato di fornire le proprie generalità, per risalire alle quali è stato necessario procedere alle operazioni di identificazione negli Uffici di via Barbacovi

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 13:20

Sorprendono positivamente i rilevamenti nelle acque venete con un solo punto inquinato. Male la Lombardia, su cinque punti monitorati due sono risultati fortemente inquinati. Promossi invece a pieni voti il lago d’Iseo e quello di Santa Croce in provincia di Belluno

16 luglio - 06:01

Ormai il caso è noto. E' un'escalation di reazioni dopo che M49 è stato catturato, ma è riuscito a fuggire. Brambilla: "Corri e salvati M49 e grazie per aver dimostrato con la tua fuga, una volta di più, l’imperizia e il dilettantismo di chi ha dichiarato guerra a te, ma anche a tutti i tuoi simili". Ciampolillo: "Un atto violento e illegittimo contro il mondo degli animali"

16 luglio - 08:50

La padrona si è vista entrare in casa il povero gatto dolorante. Il veterinario nel referto ha certificato che il ferimento dell’animale è stato causato da un colpo sparato presumibilmente da una carabina. La perquisizione domiciliare ha permesso di ritrovare l'arma 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato