Contenuto sponsorizzato

Mangia un'esca avvelenata, un cane salvato in extremis. L'allarme ai residenti: ''Serve massima attenzione''

E' successo nel comune di Tenno. A lanciare l'allarme l'associazione ecologista La Foresta Che Avanza che invita i cittadini : ''Massima attenzione''

Pubblicato il - 04 settembre 2018 - 19:09

TRENTO. Un'esca avvelenata e un cane salvato in extremis. E' successo questa mattina a Volta di No nel Comune di Tenno. Questa la denuncia dell'associazione ecologista La Foresta Che Avanza.

 

Un uomo stava passeggiando con il proprio cane, quando l'animale ha ingerito qualcosa, un'esca avvelenata. Il proprietario si è accorto subito che qualcosa non andava e così si è recato immediatamente dal veterinario.

 

La tempestiva corsa dall'esperto e l'intervento del veterinario hanno fortunatamente salvato il cane. Questa sera l'associazione ecologista prevede di recarsi a Volta di No per verificare l'eventuale presenta di altre esche.

 

La Foresta Che Avanza invita inoltre i residenti di zona a prestare la massima attenzione, così come di portare subito il proprio vane in caso di sospetto avvelenamento e segnalare ulteriori ritrovamenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 11:49

Ieri altri due istituti superiori con positivi e anche un bimbo di un asilo. I contagi nelle ultime 24 ore sono 25 e quasi 1600 le persone che in Alto Adige si trovano in isolamento domiciliare 

27 settembre - 20:29

Mentre il presidente della Regione Kompatscher lavora per portare la concessione dell'autostrada nelle mani solo degli enti pubblici, da parte della giunta provinciale trentina la sensazione è che si stia remando in direzione contraria. L'ex presidente Ugo Rossi: "Fugatti ostacola la comunanza di visione tra le province. Vuole fare gli interessi dei veneti. Così rischiamo di andare alla gara"

28 settembre - 11:01

Nella regione del Nagorno Karabakh gli eserciti di Armenia e Azerbaigian si stanno affrontando in campo aperto. Negli scontri si sono già registrate delle vittime fra i civili. Entrambe le parti non sembrano intenzionate a cedere anche se nel frattempo Russia e Iran hanno chiesto un immediato cessate il fuoco

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato