Contenuto sponsorizzato

Martignano, è morto il conducente del mezzo pesante che si è rovesciato in galleria

Il conducente ha perso il controllo del tir che, sbilanciato, si è poi sdraiato su un lato e ha perso il carico. Vani i tentativi di rianimare l'uomo da parte del personale sanitario. L'esatta dinamica ancora al vaglio della polizia locale

Foto di Info Traffico Trentino Alto Adige
Pubblicato il - 24 luglio 2018 - 15:54

TRENTO. E' morto il conducente di 52 anni del mezzo pesante che si è rovesciato poco dopo le 14 in galleria a Martignano lungo la strada statale 47.

 

E' successo all'altezza del tunnel in direzione Pergine. Secondo le prime informazioni il conducente del tir si è rovesciato da solo in un tratto in salita.

 

Dopo aver perso aderenza, il camion, che trasportava materiale ferroso e scarti di attività di edile, si è rovesciato di lato e ha perso il carico. 

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza e elicottero, i permanenti di Trento e la polizia locale per effettuare i rilievi e gestire il traffico.

 

Per permettere i soccorsi la viabilità chiusa al transito, a causa dell'incidente si è subito formata una coda che arriva fino agli svincoli della tangenziale diramazione Trento Nord-Bolzano e Pergine-Levico. L'asse viario Nord-Est è completamente bloccato.

 

Vani i tentativi di rianimare il conducente, il personale sanitario non ha potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 5 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 marzo - 20:24

Sono 227 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

05 marzo - 19:50

E' emerso un focolaio allo studentato, 8 ragazzi a San Bartolameo sono risultati positivi e sono in corso in particolare le verifiche su un’altra quarantina di persone. Non si esclude che la diffusione di Covid sia riconducibile a una variante

05 marzo - 18:56

Ha frequentato una scuola di moda e dopo un periodo di gavetta, la 25enne è rimasta senza occupazione a causa della crisi innescata dall'emergenza Covid-19 ma non si è persa d'animo. Cecilia Bianchi: "Lavoravo in un negozio di tendaggi ma vista la situazione difficile mi sono ritrovata a casa. A quel punto ho iniziato a riflettere sul mio futuro con maggiore forza e ho deciso di rimettermi in gioco con energia con una mia attività"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato