Contenuto sponsorizzato

Moria di meleti in Valsugana, Cia: ''La Provincia non risponde, danni a un comparto importante dell'economia''

Da diversi anni si verificherebbe in alcune zone della Valsugana una moria di meleti. Claudio Cia interroga la Provincia: "Gli agricoltori non ottengono risposte in merito a questo fenomeno"

Di Luca Andreazza - 23 August 2018 - 17:17

PERGINE. Da diversi anni si verificherebbe in alcune zone della Valsugana una moria di meleti. "Le piante che vengono messe a dimora sane - spiega Claudio Cia, consigliere provinciale di Agire - nel corso degli anni collassano improvvisamente, a macchia di leopardo e senza nessuna motivazione apparente".

 

Questa la denuncia del consigliere provinciale. "Da quanto ci viene riferito dai frutticoltori delle zone interessate - aggiunge - le piante vengono acquistate da diversi fornitori e messe a dimora perfettamente sane in terreni puliti e ben dissodati. Durante il primo anno le piante crescono sane e rigogliose, negli anni successivi si assiste a morie inspiegabili e geograficamente distribuite in tutta la valle".

 

I frutticoltori preoccupati, hanno già sottolineato il problema agli uffici provinciali competenti in agricoltura, "fiduciosi  - evidenzia il consigliere - che avrebbero ricevuto una spiegazione a questo disagio che comporta annualmente perdite di tempo e reddito importanti. Da quanto riferiscono i frutticoltori, gli uffici competenti, a oggi, non avrebbero dato alcuna risposta".

 

Il consigliere invita l'assessore di competenza, Michele Dallapiccola, a attivarsi e farsi carico di questa problematica. "Se fosse vero - conclude Cia - è necessario avere delle risposte per limitare i danni e le perdite. Questa moria dei meleti crea un enorme disagio a un'importante categoria economica della nostra Provincia".

 

Secondo le prime verifiche, si tratterebbe di un fenomeno non nuovo, quello della moria dei meleti. Questo deperimento è un fenomeno molto complesso, che interessa in particolare gli impianti in fase di allevamento e che dipende da diverse cause quali le caratteristiche del terreno, le condizioni climatiche, i reimpianti e altri aspetti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 February - 15:18

Se l'Rt è inferiore a 1 ma il rischio calcolato sui 21 indicatori risulta essere ''Alto'' si entra comunque in arancione, come questa settimana dovrebbe essere successo a tre regioni: Lombardia, Piemonte e Marche. Queste vanno ad aggiungersi alle confermate Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Toscana, Provincia autonoma di Trento e Umbria. Potrebbe esserci la prima regione bianca mentre una diventa rossa

26 February - 12:34

Si è conclusa la decima edizione de "I luoghi del cuore" promossa dal Fai - Fondo Ambientale Italiano. Il Trentino è riuscito ad entrare nella speciale classifica "Italia sopra i 600 metri" con due apprezzatissimi siti. Ecco quali sono e quanti voti hanno preso 

26 February - 15:19

Il Comune di Trento è intervenuto immediatamente per pulire e nei prossimi giorni  il Nucleo Operativo Interservizi farà una un'operazione più accurata 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato