Contenuto sponsorizzato

Nessuna notizia di Yassine e Yasmine, di 4 e 2 anni. La madre: ''Ti prego Jamel riportami i miei figli"

Continuano in tutta Italia le ricerche dell'uomo che sarebbe in viaggio con un furgone

Di gf - 25 aprile 2018 - 08:54

BOLZANO. Non si ha ancora nessun notizia sui piccoli Yassine e Yasmine, di 4 e 2 anni che il padre, Jamel Methenni, un cittadino tunisino di 33 anni, ha portato via domenica da Bolzano.

 

Continua a crescere la preoccupazione della madre, Rosa Mezzina, che dalle pagine dei giornali locali e in tv chiede aiuto ai cittadini per riavere i propri figli e si rivolge anche a Jamel tramite il programma "Chi l'ha visto?".

 

“Ti prego Jamel, i bambini hanno bisogno della mamma e tu lo sai bene, me lo hai sempre detto anche tu. Non possono stare lontani. Ti prego riportami i miei bambini a casa non voglio nient'altro. Sono la mia vita”.

 

 

Dalle informazioni che al momento si hanno, l'uomo sarebbe in viaggio con un furgone Ducato. Non avrebbe, però, i documenti dei bambini e questo renderebbe difficile l'espatrio.

Le ricerche da parte delle forze dell'ordine proseguono senza sosta in tutta Italia anche a seguito dell'attivazione del piano nazionale ricerche. Le foto del padre e dei due figli sono state diramate a tutte le forze dell'ordine e i controlli riguardano, ovviamente, anche porti, aeroporti e zona di frontiera.

 

Domenica il cellulare dell'uomo era stato localizzato per l'ultima volta nella zona di Verona, per poi essere spento. Una posizione poi confermata anche da una testimonianza raccolta dai carabinieri e considerata attendibile.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.31 del 13 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 novembre - 05:01

Caritas diocesana e Fondazione Comunità Solidale restituiscono la fotografia delle povertà sul territorio provinciale, con numeri in leggera crescita rispetto lo scorso anno. “Tanti stranieri utilizzano i servizi di accoglienza come punto di riconoscimento e di appoggio per avere un luogo sicuro dove pernottare in attesa dei documenti”

13 novembre - 19:04

Dopo la storia che abbiamo raccontato di Gianpaolo e Laura sono stati molti i trentini che hanno deciso di offrire il proprio aiuto. Intanto anche oggi hanno trascorso la giornata al freddo. Tra le offerte di aiuto non è mancato anche chi ha deciso di informarsi per pagare una settimana alla coppia in ostello in un B&B dove poter dormire al caldo

13 novembre - 19:56

Il maltempo ha causato sia l’interruzione della fornitura esterna di energia elettrica, necessaria per la trazione dei treni e il funzionamento delle apparecchiature tecnologiche, sia la caduta di alberi sulla linea ferroviaria. Nella giornata odierna si sono registrati non pochi disagi per i viaggiatori, salvo imprevisti la linea dovrebbe essere riattivata nella mattinata di domani

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato