Contenuto sponsorizzato

Non vogliono i volantini pubblicitari nella cassetta delle lettere, scoppia la rissa e in due finiscono in ospedale

E' successo ieri pomeriggio a Trento. Due uomini stavano facendo volantinaggio quando si sono trovati davanti due residente che mal tolleravano la pubblicità. Sul posto le forze dell'ordine e l'ambulanza

Pubblicato il - 03 November 2018 - 08:42

TRENTO. Dalle parole alle mani per colpa della pubblicità. E' successo ieri pomeriggio a Trento dove due uomini, in sella alla propria bici, stavano girando i vari condomìni della città quando si sono trovati davanti, inaspettatamente, due residenti che evidentemente mal tolleravano l'aver la propria buca delle lettere riempita di pubblicità.

 

Ecco allora che tra i quattro si è accesa in un primo momento una discussione che poi si è trasformata in rissa. Uno dei residenti, infatti, avrebbe preso alcuni volantini, li avrebbe strappati e poi gettati a terra. Il tutto davanti alla faccia esterrefatta di chi stava volantinando.

 

Dalle parole grosse sarebbero così volanti anche dei calci e dei pugni tanto che per sedare la rissa è stato chiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Sul posto è stata richiesta anche l'ambulanza che ha trasportato due persone all'ospedale Santa Chiara per dei controlli.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 February - 11:01

In Trentino Alto Adige la relazione della Dia fa riferimento a soggetti riconducibili alla criminalità mafiosa che mantengono un basso profilo al fine di sviluppare le proprie attività, principalmente incentrate sul reimpiego di capitali in attività lecite. L'’operatività di affiliati alla ‘ndrangheta è emersa in Trentino e in Alto Adige già a partire dagli anni ‘70

25 February - 17:05

Ha aperto solo da due mesi ma la Silvia Biasioli Pâtisserie ha già conquistato il cuore di tantissimi amanti dei dolci. La proprietaria, da cui il nome del negozio, è una trentina di 33 anni che ha scelto di mettere da parte la laurea in ingegneria per seguire la sua passione. "In un attimo si è sparsa la voce e ho avuto la fila fuori dal negozio. A Natale ho sfornato 900 panettoni"

26 February - 10:04

L'Apsp Margherita Grazioli di Povo ha lanciato una duplice iniziativa per aiutare gli over80 con difficoltà nelle prenotazioni online del vaccino. La direttrice Patty Rigatti: "Li contattiamo e fissiamo un appuntamento per vaccinarsi. Poi li facciamo trasportare ai punti di somministrazione. Tutti gratuitamente"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato