Contenuto sponsorizzato

Perde il portafoglio per strada, quando si reca dai carabinieri non manca nulla dei 1.100 euro, nemmeno venti lire del 1929

E' successo a Cavalse. Un uomo di Tesero ha rinvenuto il portafoglio di un artigiano di Molina di Fiemme e lo ha consegnato ai carabinieri. La vicenda si è conclusa con una ricompensa

Pubblicato il - 30 marzo 2018 - 18:05

CAVALESE. Un uomo di Tesero ha ritrovato un portafoglio nel centro abitato di Cavalese. Il taccuino perso per strada, oltre a vari documenti e tessere personali, conteneva anche la somma di 1.100 euro

 

A quel punto l'uomo si è recato alla stazione di Cavalese per consegnare il portafoglio. I carabinieri, dalla verifica dei documenti contenuti nel taccuino, si sono subito attivati per informare il legittimo proprietario del ritrovamento, un artigiano libero professionista residente a Molina di Fiemme.

 

L’artigiano, che non si era ancora accorto di aver perso il portafoglio, si è recato dai carabinieri: dalle verifiche non mancava nulla, nemmeno una moneta di 20 lire risalente al 1929 e che custodiva a titolo affettivo.

 

L’uomo ha inoltre confermato che la somma di denaro contenuta nel portafoglio era il guadagno della sua attività, che avrebbe voluto depositare.

 

Il tutto si è concluso con una ricompensa a favore dell'uomo di Tesero per il senso civico e come segno di riconoscenza

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.19 del 12 Novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 novembre - 19:08

Si sono conosciuti in piazza a Novara. Entrambi hanno perso lavoro e casa e poi sono partiti in treno per cercare qualche città dove iniziare una nuova vita assieme. Sono arrivati a Trento da circa un mese e mezzo. Non hanno soldi ed ora con l'arrivo del freddo hanno paura di non farcela

12 novembre - 13:53

In 10 anni spesi oltre 1,6 milioni di euro per borse di studio e contributi per soggiorni studio all'estero in favore dei figli di personale tecnico e amministrativo e dei collaboratori esperti linguistici. Per l'accusa, questi sussidi, sono stati erogati in maniera illegittima provocando un danno erariale, pertanto a risponderne sono stati chiamati due dipendenti dell'Università che hanno sottoscritto l'accordo in questione 

12 novembre - 19:02

La società Autostrada del Brennero, in accordo con la polizia stradale, ha approntato per la nottata in arrivo delle misure cautelative per impedire gravi turbative alla circolazione dell'asse autostradale. Tra Mezzocorona ed Egna sarà possibile circolare solo su una corsia, evitando la creazione di disagi dovuti a mezzi pesanti in panne

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato