Contenuto sponsorizzato

Piante di marijuana alte quasi due metri trovate in un fondo agricolo. Nei guai un 45enne

La polizia delle Giudicarie ha scoperto una piantagione con 25 piante e con 140 grammi di erba già essiccata e pronta all'uso in un fondo agricolo a Lomaso

Pubblicato il - 21 giugno 2018 - 12:34

LOMASO. Stavano crescendo forti e rigogliose ed avevano già superato il metro di altezza, in diversi casi. Sono state trovate dalla polizia locale delle Giudicarie in un fondo di Lomaso nel pomeriggio di mercoledì e sono state individuate anche se erano posizionate vicino ad altri arbusti piantate, evidentemente, nel tentativo di camuffarle con altra vegetazione.

 

 

Ma non è bastato. La polizia ha compiuto ispezioni e controlli e individuato ben 25 piante di marijuana alcune che raggiungevano il metro e 80 di altezza. Le forze dell'ordine, dopo aver scoperto questa vera e propria piantagione, hanno proceduto a controllare i locali che si trovavano sul terreno. Dei capanni agricoli in legno all'interno dei quali sono stati trovati 8 contenitori con 140 grammi di marijuana essiccata già pronta al consumo.

 

Sono stati trovati, inoltre, gli strumenti tipici per la coltivazione della cannabis da indoor, probabilmente per far passare i primi mesi di sviluppo e far crescere le piantine in "sicurezza" all'interno e per passare poi alla messa a dimora all'esterno una volta che le piante avessero raggiunto una struttura tale da poter crescere autonomamente tra prati e boschi.

 

 

Al termine delle operazioni estirpazione e sequestro il responsabile della vicenda, un 45enne del posto, è stato identificato e denunciato a piede libero per il reato di coltivazione e detenzione illecita di stupefacenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 05:01
L'Azienda provinciale per i servizi sanitari ha deliberato l'acquisto di 91 mila test rapidi a 409.500 euro, ma in Trentino la volontà sempre quella di puntare principalmente sui tamponi: "I test rapidi sono utili per controllare un elevato numero di persone e conseguentemente evitare chiusure di attività quali scuole e imprese. Sono armi importanti per scongiurare un eventuale ritorno al lockdown"
20 settembre - 09:06

Ogni elettore potrà votare nel proprio seggio, indicato sulla tessera elettorale personale oggi dalle ore 7 alle 23 e lunedì dalle 7 alle 15

19 settembre - 20:24

Le associazioni ambientaliste intervengono dopo il falso attacco ai due forestali: “Strano che Fugatti ne abbia parlato solo dopo le due sentenze del Tar. L’attuale non gestione dei grandi carnivori ha rimosso tutta la corretta informazione, spingendo invece su quella denigratoria”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato