Contenuto sponsorizzato

Proponeva contratti per la fornitura elettrica, fermato dai carabinieri li aggredisce

Un 27enne è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. L'intervento  

Pubblicato il - 14 settembre 2018 - 11:46

CASTELLO TESINO. Resistenza a pubblico ufficiale, questo il reato con il quale un 27enne italiano è stato denunciato dai Carabinieri della compagnia di Borgo Valsugana.

 

La vicenda è iniziata nel momento in cui i carabinieri della Stazione Castello Tesino, durante il loro servizio perlustrativo, sono stati avvicinati da alcuni cittadini che riferivano la presenza, in paese, di due persone, che proponevano contratti per la fornitura elettrica. Fin qui, niente di particolarmente strano, se non nelle modalità con cui  i due uomini, promuovevano il prodotto, definite dai residenti aggressive ed insistenti, tanto da indurle a chiedere aiuto.

 

I carabinieri sono quindi intevenuti immediatamente rintracciando le due persone e procedevano alla loro identificazione. Stabilito che si trattavano veramente di promotori porta a porta di una società di fornitura di energia elettrica, hanno iniziato a porgli alcune domande circa i modi con cui si rivolgevano ai cittadini. Sulle prime, i due rispondevano in maniera educata, ma improvvisamente, il 27enne, ha assunto un tono sarcastico ed irrispettoso, rivolgendo ai carabinieri, frasi offensive.

 

Invitato alla calma, anche dal collega, il 27enne ha reagito aumentando la dose fino ad arrivare a spintonare i militari che, a quel punto, si sono difesi cercando poi di ricondurre alla calma l'uomo. Accompagnato in caserma, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 febbraio - 19:01

Il video mostra chiaramente cosa pensava il consigliere leghista prima di diventare presidente e cioè che per un decennio tutti abbiano mentito sul ritorno del lupo in Trentino (pensiero confermato dalla parlamentare Cattoi pochi giorni fa). Ora che è alla guida della Pat ha accesso a documenti e studi e può parlare con quegli stessi dirigenti che definiva con una ''impostazione ideologica''. Interrogazione di Ugo Rossi ''al fine di meglio tutelare l’immagine dell’istituzione che rappresenta''

20 febbraio - 20:33

L'esponente di Civica Trentina diventerebbe vicepresidente ma nella maggioranza qualcuno vorrebbe negargli gli Enti locali. Sul fronte della giunta regionale, Kompatscher non sembra convinto di affidare all'esponente di Agire l'assessorato 'pesante' delle Politiche sociali

20 febbraio - 20:07

Ieri l'intervento dei carabinieri del Ros e dei carabinieri di Trento, ma anche gli agenti della Digos e della Direzione centrale della polizia di prevenzione hanno portato all'arresto di sette persone appartenenti ad una cellula anarco-insurrezionalista

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato