Contenuto sponsorizzato

Protesi al seno a rischio, in Trentino sospeso l’utilizzo. Dal 2 gennaio sarà attivo un numero per avere informazioni

Nell'ultimo triennio su un totale di 783 interventi le protesi macrotesturizzate utilizzate sono state l’11% del totale. Le persone coinvolte saranno contattate dall'Azienda sanitaria per decidere, caso per caso, le attività di monitoraggio e sorveglianza da intraprendere

Pubblicato il - 31 dicembre 2018 - 16:51

TRENTO. E' stato sospeso anche in Trentino l'utilizzo di un determinato tipo di protesi al seno della ditta Allergan già ritirate dai reparti in altre zone d'Italia nei giorni scorsi e rese alla ditta produttrice.

 

Apss a fronte delle informazioni scientifiche disponibili e vista la raccomandazione del Ministero della salute ha messo in campo tutte le azioni a tutela delle donne sospendendo, già dai primi giorni di dicembre, l’utilizzo delle protesi macrotesturizzate della ditta Allergan che sono state ritirate.

 

Nell'ultimo triennio su un totale di 783 interventi le protesi macrotesturizzate utilizzate sono state l’11% del totale. Apss è in possesso di tutti i nominativi delle donne a cui sono state inserite le protesi ritirate che verranno contattate dagli specialisti per decidere, caso per caso, le attività di monitoraggio e sorveglianza da intraprendere.

 

L'Azienda sanitaria precisa che allo stato attuale non si hanno indicazioni per procedere nell'immediato ad interventi di sostituzione delle protesi macrotesturizzate. Per far fronte alle possibili richieste delle pazienti è stato attivato, a partire dal 2 gennaio, il numero telefonico 0461 904422, attivo nei giorni feriali, dalle ore 10 alle ore 16, a cui le donne potranno rivolgersi per avere informazioni e chiarire ogni dubbio.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

28 ottobre - 08:43

I contagi sarebbero partiti da almeno due pazienti che erano “sfuggiti” alle maglie dei controlli perché negativi al primo tampone. Fra infermieri e oss ci sono 12 sanitari positivi, anche alcuni pazienti fra i contagiati. Nel frattempo sono state disposte una serie di sanificazioni straordinarie

27 ottobre - 19:32

I ristoranti dolomitici tirano un sospiro di sollievo con la proroga che sposta dalle 20 alle 22 la chiusura delle cucine e chiedono alla loro clientela di anticipare l’arrivo ai tavoli. Alfio Ghezzi: "Dobbiamo crederci, far vedere agli ospiti che noi siamo operativi, pronti a soddisfare le esigenze e che lo facciamo in assoluta garanzia sanitaria"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato