Contenuto sponsorizzato

Quattro motociclisti forzano il posto di blocco dei carabinieri

E' successo in Vallarsa. I militari dell'Arma sono riusciti a rintracciarli grazie alle immagini della videosorveglianza. Si tratta di quattro vicentini che ora dovranno rispondere di un reato penale

Pubblicato il - 23 maggio 2018 - 13:19

ROVERETO. Hanno visto la paletta alzata dei carabinieri e al loro ''Alt'', dopo qualche secondo di tentennamento, hanno aperto il gas e schivando l'auto dell'Arma, si sono dati alla fuga forzando il posto di blocco. E' successo il primo maggio in Vallarsa. Quattro motociclisti originari del vicentino stavano facendo una gita in moto e per aver eluso i controlli che i carabinieri della locale stazione stavano eseguendo a tutela della circolazione stradale, proprio nella giornata della festa dei lavoratori, sono stati beccati una denuncia dai carabinieri.

 

Al rombo dei motori che sopraggiungevano, infatti, i militari avevano intimato il fermo ma i motociclisti, con manovra repentina avevano forzato il posto di blocco dandosi alla fuga. Inutile mettersi all’inseguimento dei centauri che in pochi secondi avevano raggiunto grandi velocità e si erano dileguati. Inoltre il tentativo di inseguimento su quelle strade avrebbe aggiunto pericolo alla circolazione. Ai carabinieri è bastato, invece, acquisire le immagini delle telecamere di sorveglianza poste proprio sulla statale 46 e, risalendo ai motociclisti grazie alle loro targhe, contattarli.

 

Questi, messi alle strette, hanno ammesso le loro colpe. Ora devono rispondere di un reato penale che potrebbe comportare loro la reclusione da sei mesi a cinque anni, oltre alla sanzione amministrativa prevista da un minimo di 84 euro ad un massimo di 335 euro e alla decurtazione di 10 punti dalla patente.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 19:59

Nel rapporto odierno la Provincia specifica che sono 6 le persone con sintomi, mentre 42 sono stati individuati mediante l'attività di contact tracing. Una quindicina di casi è legata alle indagini condotte tra i raccoglitori di frutta, mentre un numero analogo invece è collegato a contagi avvenuti in ambiti familiari. Emerge anche oggi un caso legato ai cluster della filiera alimentare

01 ottobre - 18:12

Tante, brutte, immagini di serate balorde, di rifiuti abbandonati, di una città che la domenica, troppe volte, si è svegliata in queste condizioni. L'ultima volta questo weekend quando in pochissimi rispettavano le norme di sicurezza per evitare la diffusione del virus. Il comitato antidegrado: ''Sarebbe opportuno scrivere urgentemente un nuovo regolamento anche a Trento che dopo le 22 è vietato il consumo di alcolici all'esterno dei locali e le vendita stessa''

01 ottobre - 19:14

Era dai primi di luglio che non si registravano morti per Covid in provincia di Belluno. Ora i decessi totali sono 114. Otto i positivi nelle ultime 24 ore, 5 nel Cadore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato