Contenuto sponsorizzato

Ruba l'orologio ad una donna di 80 anni con la scusa di farle provare una crema

E' successo a Cavalese. L'anziana è stata fermata per strada da una donna che con la scusa di farle provare una nuova crema per le braccia le ha fatto sparire l'orologio

Foto tratta da internet
Pubblicato il - 18 novembre 2018 - 13:40

CAVALESE. Ha usato la scusa per farle provare una nuova crema sulle braccia e alla fine ha fatto sparire l'orologio di valore. E' successo a Cavalese e la vittima è stata una signora di circa 80 anni.

 

Si tratterebbe di un furto con destrezza. La vittima, una pensionata, stava camminando per strada quando  è stata fermata da una donna che con la scusa di informarla sulla nuova apertura di una profumeria in centro paese, ha estratto dalla propria borsetta una crema.

 

Gliela ha fatta provare aiutandola a spalmarla sulle braccia. Ad un certo punto, però, la donna ha sporcato deliberatamente l'orologio dell'anziana. Con la scusa di volerlo ripulire glielo ha sfilato e alla fine con destrezza ha fatto finta di metterglielo nella borsa per poi allontanarsi.

 

Pochi minuti dopo l'anziana ha scoperto invece che l'orologio, a lei caro, era sparito e non ha potuto far altro che fare denuncia presso i carabinieri di Cavalese. Le indagini sono state avviate immediatamente ed hanno consentito di individuare la ladra che sarebbe una 60enne di Rimini, accusata ora di furto aggravato.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 dicembre - 12:01

La notizia de il Dolomiti è stata ripresa dal giornalista Berizzi, che vive sotto scorta dopo le inchieste sull'estrema destra italiana, nella sua rubrica dal titolo ''Ruoli''. E proprio sul ''ruolo'' di Andrea Asson si discuterà in consiglio provinciale quando Bisesti dovrà rispondere all'interrogazione di Zeni: può uno che commenta la scelta del sindaco di Trento di rinunciare ai Mercatini scrivendo ''portae inferi non praevalebunt'' e che spiega di essere a Roma in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Wuhan, essere il braccio destro del numero uno alla cultura e all'istruzione?

01 dicembre - 11:30

Sono 283 i contagi identificati a fronte di 3.428 tamponi per un rapporto contagi/tamponi che si attesta all'8,3%. Un dato che si divide tra i 94 positivi ai 1.185 tamponi molecolari (7,93%) e i 189 casi con 2.243 test antigenici (8,43%)

01 dicembre - 04:01

Flavia è la sorella di una malata di tumore della Val di Sole. Da martedì 1 dicembre sarà costretta ad accompagnarla a Trento, perché il Day hospital oncologico di Cles è stato chiuso. La Provincia infatti non ha voluto mantenerlo aperto dopo l'uscita di scena dell'oncologo che se ne occupava. "Dirigenti e funzionari, ricordatevi che davanti a voi avete persone con la propria dignità, non avete davanti burattini che potete spostare da un teatro all'altro"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato