Contenuto sponsorizzato

Rubano un estintore e lo "sparano" dentro la galleria, rischiando di causare un grave incidente: denunciati due fratelli

Autori dello stupido gesto due giovani di 31 e 32 anni di San Lorenzo Dorsino. La polizia locale delle Giudicarie ha rintracciato la loro auto ancora piena di polvere bianca e li ha denunciati

L'auto come si presentava agli occhi degli agenti: piena di polvere bianca e appannata
Pubblicato il - 29 gennaio 2018 - 13:33

PONTE ARCHE. Un gesto stupido e sconsiderato che solo per un colpo di fortuna non ha provocato delle vittime. Sabato notte due giovani delle Giudicarie hanno avuto la brillante idea di rimuovere un estintore posizionato nella galleria della statale 237 tra Sarche e Ponte Arche e di aprirlo contro i veicoli che transitavano lanciandolo, infine, contro la carreggiata. In pochi istanti si è creata una nube fittissima all'interno della galleria che solo per una fortunosa coincidenza non ha provocato un sinistro stradale con almeno tre auto in transito coinvolte che, con la visibilità azzerata, solo per pochissimo non si sono scontrate tra loro.

 

Dopo pochi minuti sul posto è giunta una pattuglia della polizia locale delle Giudicarie, che sentiti sommariamente i testimoni si è messa alla ricerca degli autori del reato. I due giovani erano fuggiti a bordo di una Fiat Panda. Nel giro di mezz’ora l’auto è stata individuata nonostante fosse occultata in un parcheggio a Stenico. Gli agenti hanno trovato tracce della polvere bianca dell'estintore nel veicolo quindi non hanno avuto dubbi. Gli occupanti si sono rivelati essere due fratelli pregiudicati di San Lorenzo Dorsino di 33 e 32 anni che avevano abbandonato la macchina e se n'erano andati chiedendo poi un passaggio ad una parente.

 

 

I due giovani sono stati denunciati dalla polizia locale delle Giudicarie per aver messo in pericolo la sicurezza dei trasporti (pena prevista reclusione da uno a 5 anni) e per aver rimosso un dispositivo di emergenza della galleria (pena prevista reclusione da sei mesi a cinque anni). Inoltre sono stati sanzionati per alcune violazioni amministrative del codice della strada.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 19:16

Ci sono 5.400 casi e 462 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 675 (315 letti da Apss e 360 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tampone a 0,15%

25 maggio - 18:12
I tamponi analizzati sono stati 675 per un rapporto contagi/tampone che si attesta a 0,15%, il dato più basso da inizio epidemia. Un positivo nelle ultime 24 ore. Il Trentino si porta complessivamente a 5.400 casi e 462 decessi da inizio emergenza coronavirus
25 maggio - 16:21

L'assessora Segnana è intervenuta per scaricare la responsabilità sull'Ordine dei medici. Grosselli, Bezzi e Alotti: "Se esecutivo e dirigenti provinciali hanno sempre bisogno di qualcuno che dica cosa fare, per quale motivo vengono pagati dai trentini? Chieda scusa e ringrazi Ioppi invece di accusarlo". L'Upt: "Accuse di Segnana inaccettabili e vili. Bullismo istituzionale, arroganza e impreparazione"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato