Contenuto sponsorizzato

Rubate le oche di Pergine, la scorsa settimana era toccato al bambino in bronzo di Serso. Indagine della polizia locale

La polizia locale starebbe analizzando dei video registrati da alcune telecamere di sorveglianza per individuare gli autori dei furti

Foto da Fb
Pubblicato il - 24 April 2018 - 09:34

PERGINE. Nei giorni scorsi era stata rubata la statua del bambino dal parco di Serso. Ora, sempre a Pergine, sono sparite le cinque oche in metallo che si trovavano in Spiaz de le Oche (In foto nella posizione originaria). E' il secondo furto che riguarda un bene pubblico e che viene portato a segno in pochi giorni.

 

Le oche erano opera dello scultore boemo Latislav Hilna e dopo essere state messe in piazza, negli scorsi anni erano state sistemate presso il balcone della famiglia Frisanco per evitare che venissero danneggiate visto che erano già state oggetto di episodi di vandalismo. Nel fine settimana, però, la brutta sorpresa, la stessa che si è avuto la scorsa settimana e che ha colpito la statua in bronzo raffigurante una mamma che lancia in aria il suo bambino.

 

L'opera era stata consegnata dagli alpini nel 2007. Qualcuno, presumibilmente nel corso della notte, ha rubato la statua del bambino.

 

La polizia locale sta portando avanti le indagini per individuare gli autori dei furti. Al momento si starebbero verificando alcuni video ripresi da delle telecamere di sorveglianza che si trovavano nelle zone sono sono avvenuti i furti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 January - 19:33

Sono 256 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 41 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 3 decessi. Sono 13 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

25 January - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

25 January - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato