Contenuto sponsorizzato

Sale sul tetto della casa per sistemare i danni del maltempo ma precipita. Vittima un 81enne

E' successo nell'abitato di Antermoia, in Alto Adige. L'uomo è precipitato da diversi metri e la caduta glie è stata fatale 

Foto tratta da Facebook
Pubblicato il - 01 novembre 2018 - 12:43

VAL BADIA. Era salito nella sua malga per cercare di sistemare da solo il tetto danneggiato dal forte vento e dalla pioggia di questi giorni. Un passo falso, però, lo ha fatto precipitare a terra. Un volo di diversi metri che non gli ha lasciato scampo.

 

A perdere la vita ad Antermoia, in Alto Adige, è stato un anziano di 81 anni, Agostino Paratscha. E' il secondo morto causato dal maltempo in Alto Adige, dopo la tragedia che ha colpito Giovanni Costa, il vigile del fuoco volontario colpito da un albero mentre stava aiutando la popolazione.

 

Per quanto riguarda l'81enne, è stato immediatamente soccorso dai famiglia e subito dopo dal personale medico che non ha potuto far altro che constatarne la morte.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 maggio - 06:01

Sono 35 le aziende che in queste ultime tre settimane hanno scelto di sottoporre i propri dipendenti al test sierologico. Azelio De Santa: "Le aziende investono su questo strumento di indagine, ed è giusto che ricevano un riscontro efficiente da parte dell'Azienda sanitaria. Nella fase-2 e nella fase-3, infatti, l'obiettivo sarà quello di localizzare velocemente i focolai e gestirli in modo veloce e efficace. Serve chiarezza"

30 maggio - 10:34

E' obbligatorio che le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio, teli, stuoie) siano distanziate di almeno un metro e mezzo.  L'attrezzatura consegnata ai propri clienti dai gestori di esercizi pubblici posti sulla spiaggia pubblica dovranno essere disinfettati a ogni cambio di persona o nucleo famigliare

29 maggio - 16:49

Molto di questa stagione estiva ai tempi di Covid-19 si potrebbe giocare in casa per un ritorno a un turismo degli anni '70. D'altra parte le ferie restano un po' un rebus, l'ipotesi è quella di aprire confini e frontiere il prossimo 3 giugno, mentre si tratta sulla riapertura del Brennero con l'Austria che ha garantito almeno un corridoio di transito dagli altri Paesi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato