Contenuto sponsorizzato

''San Donà saluta gli alpini'', ma qualcuno non gradisce e ruba lo striscione

L'azione nella notte tra domenica e lunedì. Quattro ragazzi hanno asportato il telo con la scritta che il comitato di quartiere aveva posizionato alla rotonda

Pubblicato il - 24 aprile 2018 - 09:30

TRENTO. "San Donà saluta gli Alpini", due striscioni lunghi sei metri e alti uno, tenuti in mano da due sagome di legno con il cappello e la penna nera. Un simpatico benvenuto del Comitato di quartiere per l'Adunata dei prossimi giorni posizionato alla rotonda. Ma qualcuno non ha gradito e uno dei due striscioni è stato rubato.

 

L'azione fulminea avvenuta nella notte tra domenica e lunedì. Una donna, alla finestra, ha visto tutta la scena: una macchina si è fermata in prossimità della rotonda, sono scesi quattro ragazzi, hanno afferrato lo striscione e l'hanno portato via. 

 

La donna ha cercato di dissuaderli, gridando alla finestra che avrebbe chiamato la polizia. Ma imperterriti, i ragazzi hanno continuato la loro azione. Poi la polizia è stata anche avvertita, ma al suo arrivo per un sopralluogo non c'era più nulla, tanto meno lo striscione. 

 

Dispiaciuti gli abitanti del quartiere che tanto avevano lavorato per abbellire quell'aiuola in attesa dell'Adunata che dal 10 al 13 maggio porterà a Trento migliaia di Penne nere. Rimangono comunque uno dei due striscioni e le sagome di legno alte 80 centimetri, realizzate con il legno fornito dall'Azienda forestale, e trasformate in alpini dal Comitato di San Donà.

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 luglio - 06:01

L’ex veterinario della provincia di Trento contrario all’abbattimento dell’orsa: “Ogni esemplare ha una sua individualità e pertanto si comporta in modo diverso, JJ4 potrebbe aver agito per difendere i cuccioli, perlomeno le andrebbero concesse le attenuanti generiche e data una seconda possibilità. Probabilmnete era con i cuccioli”

06 luglio - 19:07

Come il 14 giugno anche ieri il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco è dovuto partire dalla caserma di Trento e raggiungere l'elicottero via terra. Impressionante il VIDEO che vi mostriamo dove si vede il secondo mezzo (il loro) che arriva quando ormai non c'è più nulla da fare. Degasperi: ''Dopo la prima tragedia avevo interrogato l'Aula per sapere perché non si sta facendo come si è sempre fatto negli anni passati. Nessuno mi ha risposto e ora c'è stato un altro morto con una dinamica identica. Va individuato il responsabile e gli va fatto cambiare lavoro''

06 luglio - 15:45

I controlli si sono concentrati in Val d’Ega, Sarentino, Renon, passo Lavazè, Val Gardena e nelle località di Corvara in Badia e Armentarola 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato