Contenuto sponsorizzato

''San Donà saluta gli alpini'', ma qualcuno non gradisce e ruba lo striscione

L'azione nella notte tra domenica e lunedì. Quattro ragazzi hanno asportato il telo con la scritta che il comitato di quartiere aveva posizionato alla rotonda

Pubblicato il - 24 April 2018 - 09:30

TRENTO. "San Donà saluta gli Alpini", due striscioni lunghi sei metri e alti uno, tenuti in mano da due sagome di legno con il cappello e la penna nera. Un simpatico benvenuto del Comitato di quartiere per l'Adunata dei prossimi giorni posizionato alla rotonda. Ma qualcuno non ha gradito e uno dei due striscioni è stato rubato.

 

L'azione fulminea avvenuta nella notte tra domenica e lunedì. Una donna, alla finestra, ha visto tutta la scena: una macchina si è fermata in prossimità della rotonda, sono scesi quattro ragazzi, hanno afferrato lo striscione e l'hanno portato via. 

 

La donna ha cercato di dissuaderli, gridando alla finestra che avrebbe chiamato la polizia. Ma imperterriti, i ragazzi hanno continuato la loro azione. Poi la polizia è stata anche avvertita, ma al suo arrivo per un sopralluogo non c'era più nulla, tanto meno lo striscione. 

 

Dispiaciuti gli abitanti del quartiere che tanto avevano lavorato per abbellire quell'aiuola in attesa dell'Adunata che dal 10 al 13 maggio porterà a Trento migliaia di Penne nere. Rimangono comunque uno dei due striscioni e le sagome di legno alte 80 centimetri, realizzate con il legno fornito dall'Azienda forestale, e trasformate in alpini dal Comitato di San Donà.

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 January - 05:01

Un punto appare fermo: la data del 15 febbraio è un po' l'ultima chiamata. L'inverno è compromesso da tempo e siamo già ai tempi supplementari di una stagione mai partita. Un discrimine forte potrebbe poi essere quello della mobilità: "Si deve distinguere tra turismo e servizio alla collettività. Persi circa 30 milioni di euro solo per la società impianti''

25 January - 07:58

La posizione della giovane potrebbe essere archiviata nei prossimi giorni.  Gli investigatori stanno cercando di ricostruire con esattezza cosa possa essere successo in quel 'buco' di 40 minuti nel tragitto tra Bolzano e Ora. La ricostruzione fatta per ora dagli investigatori è che proprio quei minuti siano serviti al figlio della coppia per mettere i genitori senza vita in auto e gettarli poi nell'Adige

24 January - 17:00

Dopo decenni di discussioni il Consiglio comunale di Rovereto ha approvato all’unanimità una mozione per impegnare la Giunta a elaborare un progetto concreto di collegamento ferroviario fra Rovereto e Garda. Il sindaco: “Guardiamo al futuro della mobilità sostenibile”. L’ingegnere che ha esteso il documento punta sul tram-treno: “Con un progetto di questo tipo una persona potrebbe salire a Riva del Garda e scendere a Trento senza cambiare mezzo”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato