Contenuto sponsorizzato

Scambia il centro abitato per un circuito, multa e sospensione della patente per un centauro

Altri dodici motociclisti multati nei controlli della polizia in Valle del Chiese, Giudicarie e Pinzolo. Controlli in particolare sui passi Ampola, Carlo Magno, Ballino e Durone

Pubblicato il - 30 aprile 2018 - 12:07

TRENTO. Scambia l'abitato di Storo per un circuito e sfreccia ai 97 chilometri orari a fronte del limite dei 50, nei guai un motociclista tra sospensione della patente e una multa da 532 euro

 

Sono in totale dodici i centauri multati per un totale di circa 1.500 euro. Questo il risultato dei controlli per la sicurezza stradale sulle principali vie di comunicazione tra la Valle del Chiese, Giudicarie e Pinzolo.

 

In questo periodo di notevole afflusso le forze dell'ordine si sono concentrate soprattutto lungo le statali 237 del Caffaro, 240 dell'Ampola e sulla 239 di Campiglio.

 

Gli appassionati delle due ruote, che sfidano anche le avverse condizioni meteo, percorrono, molto spesso a velocità sostenute, le spettacolari e tortuose arterie di montagna e nei giorni scorsi i controlli hanno interessato i passi Ampola, Carlo Magno, Ballino e Durone. In totale sono stati controllati 95 motoveicoli e elevate 13 sanzioni al codice della strada.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 18:58

Per Cgil, Cisl e Uil il ridimensionamento del bilancio di Agenzia del Lavoro si tradurrà in un contenimento della spesa per la formazione e la riqualificazione professionale, blocco agli incentivi alle assunzioni stabili per i disoccupati deboli, azzeramento della staffetta occupazionale, stop al reddito di attivazione. Il tutto mentre si investono 8 milioni in strategie di welfare che saranno superate dal governo nazionale

13 dicembre - 19:15

La specie in provincia è diffusa soprattutto in Valsugana. La Fem: ''E' molto resistente perché capace di creare delle nicchie ad altitudini sensibilmente maggiori rispetto alla zanzara tigre. L'estate scorsa abbiamo rilevato un caso davvero particolare, seppure isolato: la presenza di una colonia addirittura ad una altitudine di 1.500 metri''

13 dicembre - 17:52

Il gatto pare sia di casa Rifugio Predaia e dopo che gli escursionisti che lo hanno incontrato hanno postato delle foto su Facebook, in breve tempo, la storia di “Scòdega” è diventata virale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato