Contenuto sponsorizzato

Scheletro nel bosco, per gli inquirenti non sarebbe il corpo di una persona scomparsa in Alto Adige

Dopo il ritrovamento fatto in un bosco sopra Bressanone, non lontano dall'ospedale, emergono i primi dettagli delle indagini

Pubblicato il - 18 settembre 2018 - 13:27

BRESSANONE. Non si tratta di uno dei soggetti scomparsi in Alto Adige e ancora cercati. I carabinieri escludono questa possibilità da alcuni documenti rinvenuti vicino ai resti dell'uomo trovato da un raccoglitore di funghi. La data dell'esame autoptico non è ancora stata fissata ma dalle prime evidenze parrebbe possa trattarsi di un uomo residente in Germania.

 

I fatti, si sono svolti domenica. Un raccoglitore di funghi si trovava sopra Bressanone e stava ''setacciando'' palmo a palmo il sottobosco poco lontano dall'Ospedale brissinese smuovendo foglie e guardando nei punti più nascosti tra cespugli e radici degli alberi quando all'improvviso, in un avvallamento, in una zona particolarmente impervia, ricca di vegetazione, ha trovato quello che a tutti gli effetti è risultato essere uno scheletro umano.

 

Dei resti di una persona morta, evidentemente, da diverso tempo (le condizioni dei resti fanno pensare che il corpo fosse lì da alcuni mesi). L'uomo ha subito avvertito le forze dell'ordine che si sono recate sul posto per i rilievi del caso. I carabinieri stanno indagando per cercare prima di tutto di ricostruire l'identità dei resti e le cause della morte. Si attende, quindi, l'esito delle analisi anatomopatologiche che saranno effettuate all'ospedale di Bolzano.

 

Dalle prime indagini pare possa essersi trattato di un incidente anche se rimangono aperte a tutto tondo. E anche la zona di ritrovamento del corpo è stata sottoposta a un controllo approfondito per cercare di recuperare più indizi possibili.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 maggio - 06:01

E questa emergenza Covid-19 ha portato in luce pregi e difetti della Dad. Una professoressa: "Stabilizzarsi tramite il concorso? In Trentino sembra che non sia possibile". La sindacalista Cinzia Mazzacca: "A rischio la continuità didattica in molte scuole della nostra provincia, un docente potrebbe trasferirsi in un altro territorio"

26 maggio - 19:39

Ci sono 5.412 casi e 465 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 703 (tutti letti da Apss) per un rapporto contagi/tampone a 1,70%. Ci sono 4 nuovi positivi a Trento, 1 a Novella

26 maggio - 19:37

Per il Tirolo il problema per la riapertura dei confini è la Lombardia? La replica di Fugatti: “Non capiamo perché i tedeschi possano arrivare attraverso il corridoio austriaco ma non possano arrivare gli austriaci, questo è difficile da spiegare al mondo economico trentino”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato