Contenuto sponsorizzato

Scheletro nel bosco, per gli inquirenti non sarebbe il corpo di una persona scomparsa in Alto Adige

Dopo il ritrovamento fatto in un bosco sopra Bressanone, non lontano dall'ospedale, emergono i primi dettagli delle indagini

Pubblicato il - 18 settembre 2018 - 13:27

BRESSANONE. Non si tratta di uno dei soggetti scomparsi in Alto Adige e ancora cercati. I carabinieri escludono questa possibilità da alcuni documenti rinvenuti vicino ai resti dell'uomo trovato da un raccoglitore di funghi. La data dell'esame autoptico non è ancora stata fissata ma dalle prime evidenze parrebbe possa trattarsi di un uomo residente in Germania.

 

I fatti, si sono svolti domenica. Un raccoglitore di funghi si trovava sopra Bressanone e stava ''setacciando'' palmo a palmo il sottobosco poco lontano dall'Ospedale brissinese smuovendo foglie e guardando nei punti più nascosti tra cespugli e radici degli alberi quando all'improvviso, in un avvallamento, in una zona particolarmente impervia, ricca di vegetazione, ha trovato quello che a tutti gli effetti è risultato essere uno scheletro umano.

 

Dei resti di una persona morta, evidentemente, da diverso tempo (le condizioni dei resti fanno pensare che il corpo fosse lì da alcuni mesi). L'uomo ha subito avvertito le forze dell'ordine che si sono recate sul posto per i rilievi del caso. I carabinieri stanno indagando per cercare prima di tutto di ricostruire l'identità dei resti e le cause della morte. Si attende, quindi, l'esito delle analisi anatomopatologiche che saranno effettuate all'ospedale di Bolzano.

 

Dalle prime indagini pare possa essersi trattato di un incidente anche se rimangono aperte a tutto tondo. E anche la zona di ritrovamento del corpo è stata sottoposta a un controllo approfondito per cercare di recuperare più indizi possibili.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 gennaio - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

26 gennaio - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato