Contenuto sponsorizzato

Scivola in un canalone, muore una donna. L'amico recuperato in stato di ipotermia

I due amici erano saliti in quota per praticare l'attività di corsa in montagna. L'area era avvolta da una fitta nebbia. La donna è improvvisamente scivolata nel canalone, fatale la caduta. L'amico ha cercato di recuperarla, ma si è perso: trovato in stato di ipotermia

Pubblicato il - 14 gennaio 2018 - 19:09

ALA. Una donna morta e un uomo in ipotermia. Questo il pesantissimo bilancio per due amici in escursione nella zona del Rifugio Fraccaroli. L'incidente è avvenuto nel primo pomeriggio lungo le creste di Cima Carega

 

I due amici erano saliti in quota per praticare l'attività di corsa in montagna e erano vestiti con abbigliamento leggero tipico per questo sport. L'area era tutta avvolta da una fitta nebbia.  

 

Al momento è ancora in fase di ricostruzione la dinamica dell'accaduto, ma secondo le prime informazioni i due amici si trovavano lungo le creste della montagna, quando Ludmilla Drogovozov, 45enne moldava e residente a Soave, è improvvisamente scivolata in un canalone per scomparire nella nebbia.

 

Un testimone presente in zona ha sentito delle grida e quindi ha immediatamente lanciato l'allarme. Sul posto è giunto il corpo di terra del Soccorso alpino trentino che ha subito chiesto l'intervento dell'elicottero, ma anche gli uomini del Soccorso alpino di Recoaro, in quanto la zona si trova al confine tra Trentino e Veneto. 

 

A causa delle nebbia le ricerche dei due giovani sono state molto impegnative. Il ragazzo, nel tentativo di raggiungere l'amica, ha perso poi le tracce, perdendosi sua volta e è stato poi trovato in stato di ipotermia proprio in territorio veneto e recuperato dall'elicottero approfittando di una finestra di visibilità nella nebbia. 

 

Nel frattempo gli uomini del Soccorso alpino trentino sono riusciti a individuare la ragazza, ma purtroppo per lei non c'era più nulla da fare, in quanto la caduta nel canalone è stata fatale. La salma sarà recuperata domani mattina.

 

Le stesse squadre del Soccorso alpino trentino sono state poi chiamate per aiutare una comitiva di cinque escursionisti che nella stessa zona aveva perso l'orientamento a causa della nebbia. Al momento stanno tutti rientrando a valle incolumi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 novembre - 13:55

Diverse le valanghe, due in particolare di grandi dimensioni, che sono piombate sulla carreggiata lungo la strada statale 42, diversi i veicoli sfiorati, mentre due vetture sono state centrata dallo scivolamento della neve dalla rampa dell'arteria

15 novembre - 13:25

Situazione difficile anche in Alto Adige, quasi tutti i passi sono stati chiusi per ragioni di sicurezza. Il grado di pericolosità per quanto riguarda le valanghe è stato portato al livello forte, il quarto su una scala di cinque. Dalle 21 di ieri sera l'autostrada del Brennero in direzione Nord, a partire da San Michele all'Adige, sarà percorribile lungo una sola corsia di marcia

15 novembre - 11:36

L'incidente è avvenuto questa mattina ed ha comportato alcuni problemi al traffico. Sul posto i vigili del fuoco, soccorsi sanitari e io carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato